Si fingevano finanzieri per rubare la merce agli ambulanti, presi

Mostrando tesserini falsi di riconoscimento "sequestravano" la merce a un extracomunitario. Finiscono in manette un 37enne e un 47enne a Napoli

Si fingevano finanzieri per rubare la merce agli ambulanti, presi

Si fingevano finanzieri per rubare la merce agli ambulanti. Ma il “gioco” è stato scoperto dagli agenti della polizia di Stato che li hanno arrestati. Sono finiti così nei guai un 37enne e un 47enne.

È accaduto a Napoli, nel pomeriggio di giovedì quando gli agenti sono intervenuti in via Ferraris. Hanno verificato che un extracomunitario era stato appena derubato di due grosse buste piene di capi di vestiario e di abbigliamento che avrebbe offerto in vendita agli angoli delle strade. L’uomo ha raccontato ai poliziotti di essere stato avvicinato da una vettura su cui viaggiavano due persone. Uno di loro, sceso in fretta e furia dall’automobile, gli si è qualificato come tutore dell’ordine, mostrando un tesserino di riconoscimento. In forza dell’autorità che s’era abusivamente autoconferito, il sedicente finanziere ha sequestrato la merce allo straniero, quindi ha caricato il sacco in macchina e s’è dato alla fuga.

Il racconto della vittima ha consentito agli agenti di mettersi sulla pista giusta. Così i poliziotti sono riusciti a raggiungere la vettura da cui, intanto, i falsi finanzieri tentavano di gettar via la refurtiva. La loro fuga è durata poco. Bloccati e perquisiti, gli hanno trovato addosso dei distintivi falsi simili proprio a quelli utilizzati dai militari della Guardia di Finanza.

Per loro, dopo le formalità di rito, è stato disposto il rito direttissimo. Rispondono delle accuse di concorso in furto aggravato e possesso di segni distintivi contraffatti.

Commenti