Si salva da un tumore ma si suicida a 11 anni per bullismo

Una bambina americana di 11 anni si è suicidata a causa degli atti di bullismo subìti. Aveva sconfitto un tumore che le aveva lasciato il volto sfigurato ma i compagni di scuola la prendevano in giro per questo

Vince la battaglia contro il tumore, ma si uccide a soli 11 anni colpa del bullismo. Bethany Thompson, una bambina della Triad Middle School, di Cable, un paesino nell’Ohio, che subiva da anni le angherie dei compagni di scuola.

La bambina aveva il volto deturpato in quanto il tumore le aveva danneggiato i nervi facciali e, probabilmente, era questo il motivo delle continue prese in giro e degli atti di bullismo compiuti dai suoi coetanei. Un problema che Bethany aveva fatto presente alla preside Chris Piper già un anno fa e che sembrava essersi risolto. In realtà, come ha testimoniato la sua miglior amica, la verità era un'altra e Bethany l’aveva disegnata in manifesti di protesta che non erano stati approvati dalla scuola in quanto “non erano di tono positivo”.

La bambina, alla fine, non ce l’ha fatta e si è tolta la vita con una pistola che si trovava su uno scaffale del salotto di casa. È andata sul cortile posteriore della casa e si è sparata con un colpo alla testa. “Mia figlia si è sentita sconfitta” lamenta la madre Wendy Feucht. “Si è uccisa perché la prendevano in giro” accusa il padre, Paul Thompson. Ma questo suicidio, purtroppo, non è un caso isolato. Lo scorso settembre un bambino di 9 anni si è impiccato nella Virginia dell’Ovest, dopo che per un anno era stato preso di mira da un gruppo di compagni. Lo scorso agosto il 13enne Danny Fitzpatrick si è suicidato per gli stessi motivi a New York. Negli Usa il suicidio da bullismo è già stato denominato col termine “bullycide”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 01/11/2016 - 16:54

Il bullismo è un atto di vigliaccheria e va punito severamente. Ma dire soltanto la parola punito in Italia è una chimera.

DIAPASON

Mar, 01/11/2016 - 18:00

Sono queste le situazioni da risanare se si vuolebcostruire una futura società miglior

Ritratto di robergug

robergug

Mar, 01/11/2016 - 18:47

E nessuno che dica niente su di una famiglia che teneva una pistola carica su di uno scaffale in salotto?? ...nonostante tutti i problemi che aveva la figlia??

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 01/11/2016 - 19:05

I manifesti 'non erano di tono positivo' secondo la scuola? E allora come dovevano essere per avere l'apprezzamento' di quella scuola con la maschera così perfettina e suscettibile con cui nascondeva la malignità e la stupidità? Che atroce destino quella bambina!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 01/11/2016 - 19:34

-------la colpa è dei genitori---che come al solito non sanno mai nulla dei figli-------arrestateli immantinentemente per inadeguatezza----hasta

vince50

Mar, 01/11/2016 - 20:42

Mi piacerebbe sapere se i genitori di questi bulli che non posso definire come vorrei,vengono informati delle bravate dei loro figli.

buri

Mar, 01/11/2016 - 22:46

il bullismo ormai è una piaga sociale, si dovrebbe emanare delle leggi aposite per punire servermente i bulli, si dov rebbe emenare delle leggi che considerane il bullismo un reato punito con la prigione ed in caso di suicidio incriminazione e condanna per omicidio

buri

Mar, 01/11/2016 - 22:46

il bullismo ormai è una piaga sociale, si dovrebbe emanare delle leggi aposite per punire servermente i bulli, si dov rebbe emenare delle leggi che considerane il bullismo un reato punito con la prigione ed in caso di suicidio incriminazione e condanna per omicidio volontario