Si spoglia durante la diretta con i colleghi, gaffe del consigliere comunale

Il consigliere del comune di Oristano si è spogliato durante la diretta in streaming con i suoi colleghi ignaro che la webcam fosse accesa

Si spoglia durante la diretta con i colleghi, gaffe del consigliere comunale

Incidente 'hot' durante l'assemblea comunale in diretta streaming. Protagonista della gaffe è Carmine Mannea, 55 anni, consigliere e revisore dei conti al Comune di Oristano, in Sardegna.

Non si è accorto che la webcam fosse già accesa e così, senza accorgersene, si è sfilato maglia e pantaloni alla presenza dei suoi colleghi rimanendo a torso nudo per qualche minuto. È accaduto nel corso del consiglio comunale di venerdì 7 maggio, per la prima volta in videochiamata sulla piattaforma Zoom a causa dell'emergenza sanitaria coronavirus. Ignaro del fatto che gli altri partecipanti - 25, per l'esattezza - fossero già connessi, Carmine Mannea ha ben pensato di cambiarsi d'abito prima di sistemarsi al pc e discutere con rigore l'ordine del giorno. Lo ha fatto con estrema nonchalance - senza alcuna malizia, s'intende - proprio come se fosse toltamente isolato.

La seduta, scrive il sito Olbia.it, annunciata per le ore18 è cominciata in ritardo. Mannea, non sapendo che la telecamera fosse accesa, ha acceso il tablet per l'assemblea convocata per l'approvazione del bilancio di previsione: così ha iniziato a spogliarsi in diretta, sfilandosi i vestiti sotto lo sguardo divertito dei colleghi. Qualcuno dei consiglieri connessi alla chat ha sorriso, qualcun altro si è messo le mani tra i capelli per l'imbarazzo. E c'è stato anche chi ha pensato di avvertire 'l'ignaro performer' facendogli un cenno con la mano. Così, sul cellulare di Mannea sono arrivati tre o quattro messaggi di fila: "guarda che siamo connessi...". Ma nulla da fare, lo show è proseguito fino a quando non ha indossato tuta e occhiali da vista e si è spostato in un'altra stanza. Soltanto più tardi, c'è da immaginare con grande impaccio, si è reso conto dell'incidente hot.

"Non mi sono accorto di nulla - ha raccontato all'ANSA il consigliere Mannea -si è trattato di un incidente. Non mi sono accorto della webcam accesa. Non ho fatto nulla di più di quanto fa chi rientra a casa dallo studio dopo una giornata di lavoro. I revisori sono presenti solo su chiamata, non faccio quindi parte del Consiglio. Il fatto si commenta da sé: un episodio simpatico non certo offensivo per l'istituzione. Ho ricevuto tante chiamate da parte degli amici e ci abbiamo anche riso su. Certo - sorride - la prossima volta ci starò più attento".

Commenti