Silvio Berlusconi commosso alla camera ardente di Ennio Doris

Silvio Berlusconi ha reso omaggio a Ennio Doris alla camera ardente

Silvio Berlusconi commosso alla camera ardente di Ennio Doris

La morte di Ennio Doris, fondatore insieme a Silvio Berlusconi di Banca Mediolanum, ha colpito il mondo dell'imprenditoria italiana ma, soprattutto, il fondatore di Forza Italia e tutta la sua famiglia. Il presidente di FI non è riuscito a trattenere l'emozione davanti al feretro di Ennio Doris.

La camera ardente è stata allestita a palazzo Archimede di Basiglio, dove numerosi volti noti hanno voluto rendere omaggio a Ennio Doris, innovatore visionario e imprenditore con grandi valori, che ha sempre guidato la sua azienda con la famigerata diligenza del bonus pater familias.

"Un grande uomo, un grande imprenditore, un grande patriota, un grande italiano", così l'ha voluto ricordare Silvio Berlusconi nella sua nota di cordoglio alla famiglia. Fonti azzurre riferiscono che il dolore per la scomparsa di Ennio Doris è stato così profondo nel Cavaliere, che ha deciso di annullare la sua trasferta di due giorni a Strasburgo per la plenaria, dove doveva partecipare alla riunione dei gruppo del Ppe per la scelta di un candidato alla presidenza del Parlamento Ue per il dopo Sassoli. La camera ardente e i funerali di Ennio Doris hanno avuto la priorità nell'agenda del presidente di Forza Italia.

Inoltre, l'Adnkronos riferisce che il leader azzurro ha voluto far sentire tutto il suo affetto, facendo visita oggi alla famiglia del banchiere, suo storico alleato oltre che fidato consigliere e partner d'affari, già nella giornata di ieri. Un gesto che è stato molto apprezzato dai parenti di Ennio Doris. Nel giorno della scomparsa del patron di Banca Medionalum, il fratello del Cavaliere, Paolo Berlusconi, e i figli del leader azzurro, Marina e Pier Silvio Berlusconi, hanno voluto omaggiare il banchiere con note di cordoglio affettuose e colm di stima.

Commenti