Le autostrade del futuro: pedaggio rimborsato. Ecco come

Moroni, ad della nuova controllata di Aspi: "Con la nostra tecnologia e i nostri servizi abbiamo l'ambizione di rendere la vita di chi si sposta in autostrada ed in città sempre più facile"

Le autostrade del futuro: pedaggio rimborsato. Ecco come

Inzia anche per l'Italia il percorso verso una mobilità più eco-sostenibile, dove anche gli spostamenti saranno più smart e più green, come piace tanto dire adesso. Fra le idee proposte da Autostrade per l’Italia, anche la possibilità di rimborsare i pedaggi a quei viaggiatori che restano più tempo in auto a causa di eventuali lavori trovati lungo il percorso. Si tratta di una svolta presentata da Aspi nel corso dell'inaugurazione della prima areaa di ricarica super veloce per veicoli elettrici nell'area di servizio di Secchia Ovest (Autostrada del Sole, nella zona di Modena). Un dispositivo gestito dalla nuova società Free To X che sarà presto introdotto anche nella stazione di servizio sita lungo la Flaminia Est, nel nord di Roma.

L'evoluzione ed il rimborso dinamico dei pedaggi

La transizione verso le cosiddette "città intelligenti" consentirà ai cittadini di ottenere maggiori informazioni in tempo reale sul traffico, sulla velocità dei mezzi, sulla presenza di cantieri lungo le strade e sui tempi di attraversamento della rete autostradale. Ciò consentirà ad Aspi di fornire maggiori servizi ai suoi utenti, come ad esempio tariffe dinamiche e rimborsi in caso di lunghi tempi d'attesa in autostrada.

"Le potenzialità industriali e di servizio di Free To X sono fortemente elevate. Lavoriamo con la logica di una start up, consapevoli di quanto sia importante il nostro ruolo di attore di primo piano sul fronte della mobilità sostenibile. Insieme alla gestione delle colonnine elettriche di ultima generazione, stiamo sviluppando altri servizi che avranno un impatto rilevante sulla vita di diversi milioni di viaggiatori", ha commentato Giorgio Moroni, amministratore delegato della nuova controllata di Aspi. "Questo ci consentirà di introdurre anche un sistema di rimborso dinamico dei pedaggi per gli utenti che resteranno più tempo in auto per la presenza di cantieri di manutenzione. Guardiamo con grande attenzione anche alle nuove forme di mobilità integrata che si stanno rivelando sempre più importanti per le grandi aree urbane. Con la nostra tecnologia e i nostri servizi, anche attraverso partnership mirate con player locali o nazionali, abbiamo l'ambizione di rendere la vita di chi si sposta in autostrada ed in città sempre più facile", ha aggiunto.

Il commento di Roberto Tomasi

Entusiasmo anche da parte dell'amministratore delegato di Autostrade per l'Italia Roberto Tomasi. "Stiamo lavorando con il massimo impegno per realizzare in tempi rapidi la più estesa infrastruttura del Paese per la ricarica ultra veloce dei mezzi elettrici", ha dichiarato, come riportato da AdnKronos."La nostra strategia industriale è pienamente in linea con gli obbiettivi del Recovery Fund e della Legge di Stabilità e facilita gli spostamenti di medio-lungo raggio sulle quattro ruote, considerati prioritari da moltissimi cittadini a seguito della pandemia, attraverso una logica di massima sostenibilità. L'ambizione di Free To X è di andare anche oltre l'autostrada, mettendo a disposizione i propri servizi di mobilità integrata per le grandi aree urbane e le smart cities", ha concluso.

Commenti