Finto infermiere in sala parto molesta una donna incinta

Un somalo di 38 anni ha rubato gli indumenti in lavanderia ed è entrato in sala travaglio al Sant'Eugenio di Roma

Finto infermiere in sala parto molesta una donna incinta

Ali Abdella, somalo di 38 anni, è stato arrestato due giorni fa, nel pomeriggio del 31 dicembre con l'accusa di violenza sessuale. L'episodio si è consumato all'interno della sala travaglio dell'ospedale Sant'Eugenio. L'uomo sarà immediatamente processato col rito abbreviato. Il somalo dopo aver rubato gli indumenti da infermiere in lavanderia ha raggiunto i locali del reparto di ostetricia e successivamente si è intrufolato proprio nella sala travaglio. A questo punto si è avvicinato ad una donna di 43 anni che stava per partorire. In un primo momento si è posizionato vicino a lei chiedendo qualche informazione sul suo stato di salute. Poi si sarebbe seduto vicino alla donna accarezzndole prima la coscia per poi masturbarsi.

La donna ha immediatamente reagito e sentendo le urla sono arrivati un medico e due infermieri. Il somalo ha cercato una via di fuga ma è stato bloccato dagli uomini della sicurezza che lavorano all'interno dell'ospedale Sant'Eugenio. Subito dopo l'uomo è stato consegnato ai poliziotti che sono arrivati sul posto. Durante l'interrogatorio il somalo non ha fornito spiegazioni per il suo gesto e si è limitato a rispondere: "Solo Dio lo sa perché l'ho fatto". Adesso il suo legale chiederà una perizia psichiatrica.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti