Sorpresi a sotterrare rifiuti speciali in spiaggia: scatta la denuncia per due uomini

I carabinieri hanno scoperto i due mentre stavano sotterrando diversi quintali di materiale pericoloso nella spiaggia di Licata, nell'agrigentino, dopo un controllo hanno accertato il reato denunciandone gli autori

Avevano scaricato sulla spiaggia di Licata, in provincia di Agrigento, diversi rifiuti speciali e stavano cercando si sotterrare tutto il materiale tra la sabbia. Purtroppo per loro, sono stati visti dai carabinieri che stavano espletando un servizio di pattugliamento in zona e, dopo gli accertamenti del caso, sono stati denunciati. Sono due gli autori dell’illecito: un 81enne e un 54enne. Entrambi del posto e conosciuti già dalle forze dell’ordine per precedenti di polizia. Nei confronti dei due uomini i carabinieri del nucleo radiomobile licatese hanno emesso una denuncia per il reato di abbandono incontrollato di rifiuti speciali sul litorale della città.

Il fatto è accaduto ieri pomeriggio al tramonto. I militari, a bordo della loro gazzella, stavano espletando un servizio di controllo specifico su tutta la costa con l’obiettivo di prevenire e reprimere i reati ambientali. Nel corso del pattugliamento, i loro occhi sono stati attirati dai licatesi in spiaggia, in contrada Playa, mentre ponevano in essere “movimenti” al quanto strani. I due, avvalendosi dell’utilizzo di diverse attrezzature, stavano scavando e livellando la sabbia. Un’attività insolita visto l’orario ma, soprattutto, visto il periodo decisamente fuori stagione per stare sulla spiaggia a scavare la sabbia.

I militari, vista la loro esperienza sul campo, hanno ben pensato che non doveva trattarsi di qualcosa di lecito, decidendo così di approfondire i controlli. Sono quindi scesi in spiaggia e hanno sorpreso i due mentre stavano sotterrando tra la sabbia un ingente quantità di rifiuti speciali. Diversi i quintali di materiale derivante, molto probabilmente, da residui di lavori di ristrutturazione edile o di costruzione. Avevano già ricoperto gran parte del materiale livellando allo stesso tempo il terreno scavato. I due complici sono stati dunque bloccati e denunciati a piede libero per il reato di abbandono di rifiuti speciali.

L’area interessata dal reato è stata sottoposta a sequestro. È necessario adesso attivare le procedure per eliminare ogni traccia estranea alla natura della spiaggia e capace di arrecare diversi danni all’ambiente. Le procedure dirette a tal fine, sono state immediatamente attivate dai carabinieri e, nelle prossime ore, inizieranno i lavori per la rimozione dei rifiuti speciali. La spiaggia in questione è una delle più affollate della provincia di Agrigento per diverse caratteristiche che la rendono tra le più belle. Un fatto del genere, se non scoperto in tempo, avrebbe potuto causare diversi danni. A lavoro dunque i carabinieri della compagnia di Licata per evitare che accadano altri fatti di tale portata.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.