Sozzago, massacra di botte e uccide la compagna: fermato un 50enne

L'uomo era già stato arrestato per episodi di violenza

Sozzago, massacra di botte e uccide la compagna: fermato un 50enne

Uccisa a pugni e calci al culmine di un litigio. Il corpo di Sara Pasqual, 45enne originaria del Biellese, è stato trovato in un appartamento di Sozzago, in provincia di Novara. A uccidere la donna sarebbe stato il convivente Gabriele Giovanni Lucherini.

Dai primi accertamenti dei carabinieri, che hanno fermato l’uomo e lo stanno interrogando, pare che la donna sia stata picchiata a morte. A dare l'allarme i vicini di casa, preoccupati per i rumori provenienti dall'appartamento della coppia.

Sia l'uomo che la compagna avevano problemi di dipendenza dall’alcol: Lucherini avrebbe raccontato ai carabinieri che lui e la 45enne, la sera prima, avevano litigato e avevano trascorso la notte in due stanze diverse.

I precedenti

Lucherini, 50enne di Sozzago, è già stato fermato in altre occasioni per episodi di violenza: l’ultimo lo scorso luglio quando, dopo un incidente in auto, ha aggredito gli agenti della polizia locale che volevano identificarlo.

L'uomo ha usato più volte la forza sia con la compagna che con la madre, ma la vittima lo ha sempre riaccolto in casa e, in alcune circostanze, lo ha anche difeso.

I carabineri, in queste ore, stanno interrogando anche gli amici e i vicini della coppia per capire meglio la natura del rapporto tra la vittima e il suo compagno.

Commenti