Sport, niente certificato per i bimbi sotto 6 anni

Addio al certificato medico sportivo per i bimbi sotto i sei anni. Cosa cambia per i figli e per i genitori

Sport, niente certificato per i bimbi sotto 6 anni

Addio al certificato medico sportivo per i bimbi sotto i sei anni. Ad annunciare questa vera e propria rivoluzione nel mondo dello sport per l'infanzia è stato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin e quello dello Sport, Luca Lotti. Di fatto questa decisione è stata presa dopo la richiesta della Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp) che circa 3 anni fa aveva sottolineato l'esigenza di escludere dall'obblico per la certificazione i bambini in un'età compresa tra 0 e sei anni.

E il decreto su questo punto è molto chiaro: "Non sono sottoposti ad obbligo di certificazione medica, per l'esercizio dell'attivita' sportiva in eta' prescolare, i bambini di eta' compresa tra O e 6 anni, ad eccezione dei casi specifici indicati dal pediatra". L'iniziativa è stata accolta proprio dalla Federazione medici pediatri: "Questa decisione potra' favorire l'attivita' fisica dei bambini fin dai primissimi anni di vita e aiutare a contrastare cosi' la pericolosa tendenza alla sedentarieta'. Si tratta, infatti, di uno stile di vita scorretto ancora troppo diffuso tra gli italiani d'ogni fascia d'eta", afferma Paolo Biasci, presidente della Fimp. Insomma con questo decreto tanti bambini potranno cominciare a praticare sport già in tenera età.

Commenti

Spiacenti, i commenti sono temporaneamente disabilitati.