Cronache

Londra censura lo spot di Gucci: "Le modelle sono anoressiche"

Un spot pubblicitario della casa di moda italiana è stato bandito dal Regno Unito perché le modelle del video erano troppo magre

Londra censura lo spot di Gucci: "Le modelle sono anoressiche"

Tirata di orecchie per Gucci che deve ritirare la pubblicità: secondo l'autorità di controllo britannica, la casa di moda ha realizzato un spot pubblicitario con modelle troppo magre.

Nel dicembre 2015, la casa di moda italiana ha diffuso nel Regno Unito uno post pubblicitario in cui due modelle apparivano troppo magre. Secondo l'autorità di controllo della pubblicità, le ragazze sembravano anoressiche ed erano un esempio negativo per le giovani inglesi. L'accusa spiega che le modelle sarebbero state mostrate "magre in modo malsano", specialmente "nel torso e nelle braccia", e ai loro volti sarebbe stata data un'espressione "emaciata".

Gli autori della pubblicità sono stati dichiarati "irresponsabili" e non consapevoli del loro ruolo. La moda, nel Regno Unito, è un argomento spinoso perché sempre più spesso sono prese come modello ragazze giovanissime con gravi problemi alimentari. (Guarda il video)

Gucci si è difesa sottolineando che quel video presentava le modelle mentre danzavano nello scenario di un party e non volevano alludere a niente. Il filmato, inoltre, era destinato a un pubblico "adulto e sofisticato". L'azienda di moda rigetta anche le accuse rivolte alle due ragazze e le descrivono "magre e toniche". Nonostante la giustificazione della casa di moda, l'autorità di controllo della pubblicità non ha cambiato posizione e lo spot è stato bannato nel Regno Unito.

Commenti