Spruzza spray al peperoncino in un locale a Cantù

Il fatto è avvenuto tra sabato e domenica; l’autore del gesto è un 21enne che sostiene di essersi difeso da un’aggressione.

Spruzza spray al peperoncino in un locale a Cantù

Spray al peperoncino anche a Cantù (Como).

La vicenda, avvenuta nella notte tra sabato e domenica, fortunatamente ha avuto un epilogo ben diverso da quello della Lanterna Azzurra, la discoteca di Corinaldo, in provincia di Ancona, dove purtroppo sono morti cinque ragazzi minorenni e una mamma schiacciati nella calca creatasi a seguito dell’utilizzo di una bomboletta urticante.

Come riporta il quotidiano La Provincia di Como, la sala dello Spazio, questo il nome del locale nel Comasco, era gremita di giovani quando uno di loro, un ventunenne poi identificato dai Carabinieri, ha deciso di fare uso dello spray.

Non vi sono stati in questo caso scene di panico, non si sono registrati né feriti né ricoveri. I ragazzi sono usciti dalla discoteca in modo ordinato e seppure con i sintomi tipici di un’intossicazione da inalazione di sostanza urticante, occhi rossi e tosse, nessuno era in condizioni tali da essere portato in ospedale.

L’autore del gesto, un ventunenne di Mariano Comense di origine rumena, avrebbe sostenuto di essersi difeso da un'aggressione. Sarà denunciato per getto pericoloso di cose.

Commenti