È stato adottato dal suo salvatore il cucciolo lasciato nel bagagliaio

È stato adottato dall’uomo che lo ha salvato il cucciolo di due mesi lasciato nel bagagliaio di un’auto a San Felice Circeo, in provincia di Latina, mentre i proprietari erano in spiaggia

È stato adottato dal suo salvatore il cucciolo lasciato nel bagagliaio

Ha resistito alla fase critica ed è salvo il cucciolo lasciato ieri nel bagagliaio di un’auto mentre i proprietari erano in spiaggia a San Felice Circeo, in provincia di Latina. Visto il suo recupero inaspettato, come era stato anticipato dall’associazione onlus Chance for Dogs, è stato dato in adozione. Sarò adottato dal signore che l’ha sentito lamentarsi all’interno del bagagliaio e che l’ha salvato. Una storia a lieto fine quella raccontata dall’associazione onlus Chance for Dogs. Ma non per i primi proprietari del cagnolino, verso i quali è stata sporta regolare denuncia presso i carabinieri di San Felice Circeo, chiamati sul posto al momento della scoperta del cane nel bagagliaio.

Tutto è cominciato nella giornata di ieri, una domenica come tante a San Felice Circeo: sole, mare e allegria. Intorno alle 14.15 un signore è entrato nel parcheggio di uno dei tanti stabilimenti balneari. Sentendo un lamento, dapprima ha pensato che si trattasse di un gatto. Poi, riuscendo a capire che i lamenti provenivano dal bagagliaio di una delle auto parcheggiate, l’uomo ha immediatamente allertato il personale del lido. Senza pensarci due volte è stato rotto un vetro dell'auto e poi aperto il bagagliaio: in condizioni disperate è stato trovato un cucciolo di due mesi di razza di simile a un maremmano.

Il cagnolino era riuscito a sopravvivere non si sa per quanto tempo all’interno del bagagliaio, a una temperatura che probabilmente si aggirava intorno ai 50 gradi. La sua “famiglia”, intanto, era in spiaggia a pochi metri di distanza. Per fortuna al momento del ritrovamento era presente anche una veterinaria del posto, che ha rianimato il cucciolo e lo ha portato d’urgenza in clinica. La prognosi stimata era di una settimana, con la speranza che il cucciolo riuscisse a salvarsi. Ma la sua voglia di vivere hanno avuto la meglio e il cagnolino ha superato la fase critica. Il piccolo non ha ancora un nome ma ci sarà tempo per sceglierlo ora che ha qualcuno che lo amerà per la vita.

Commenti