"Stavano bene, ora hanno anticorpi". Spunta la "sorpresa" del Covid

La rivelazione di Crisanti: "l test sierologico a Vo' ha rivelato sorprese interessanti". L'arrivo del virus forse a gennaio

Molti aspettano i risultati dei dati di Vo’, l'unico cluster chiuso di infezione in cui siano state fatte tre rilevazioni su tutti gli abitanti. Dopo il primo tampone di massa, che ha rivelato la presenza di sintomatici, e dopo il secondo turno, che ha confermato la bontà dell’isolamento sociale, ora l'attenzione si concentra sul terzo giro di test cui si sono sottoposti i cittadini del piccolo paesino sui Colli Euganei centro del primo focolaio veneto. In attesa delle pubblicazioni scientifiche, i risultati sono stati anticipati stamattina da Andrea Crisanti, dai più considerato l’ideatore del “Metodo Veneto”: non c'è nessun nuovo positivo, ma soprattutto sono emerse “sorprese molto interessanti”. E cioè la presenza di residenti che “stavano bene” tre mesi fa, tutti negativi, ma che ora hanno gli anticorpi. Perché?

Sarà questa la domanda cui cercheranno di rispondere gli esperti del dipartimento di Microbiologia e Virologia dell’Università di Padova, guidato dallo stesso Crisanti. Nel terzo turno di campionamento, i cittadini di Vo’ si sono sottoposti non solo al classico tampone oro-faringeo, ma anche a quello sierologico e ad un prelievo del dna. Lo studio, chiamato “Progetto Vo”, è ambizioso e punta, aveva spiegato Crisanti, a “capire cosa succede nel contagio da una persona all'altra dissequenziando il genoma di ogni singolo abitante di Vo' e ricostruendo la catena" dell'infezione. Una vera e propria “mappatura genetica”, che potrebbe fornire indicazioni importanti su come combattere e frenare il virus.

Le prime informazioni, per quanto anticipato dal virologo in collegamento ad Agorà su Rai3, sono sorprendenti. "Abbiamo di nuovo fatto il tampone a tutta la popolazione di Vò Euganeo, poi abbiamo fatto il test sierologico e stiamo completando l'analisi genetica di tutta la popolazione, ha detto. Se per quanto riguarda il tampone "non ci sono nuovi casi positivi", il test sierologico invece "ha rivelato sorprese interessanti": "Abbiamo visto che c'è un numero importante di persone che al primo campionamento, del 24-25 febbraio, era negativo al tampone e stava bene", ma ora "queste persone hanno anticorpi". Uno spunto forse inatteso, su cui sono necessari ulteriori studi. "È emerso - ha spiegato Crisanti - che circa il 5 per cento della popolazione di Vò Euganeo ha anticorpi contro il virus. Questo ci permette di datare l'entrata del virus a Vò Euganeo nella prima-seconda settimana di gennaio. Questo virus per ragioni che ancora non conosciamo si diffonde senza creare la malattia finché raggiunge una massa critica di persone che si infettano e a quel punto esplode con tutta la sua violenza, quindi questi casi che ci sono in Italia non vanno sottovalutati".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Gio, 04/06/2020 - 14:04

immunità di gregge?

agosvac

Gio, 04/06/2020 - 14:16

A parte che è dimostrato l'inefficacia del tampone che sbaglia due volte su tre, a Crisanti non passa per la mente che i positivi senza alcun sintomo possono essere stati molti di più di quanto detto??? Tra l'altro se fosse un medico invece che un virologo saprebbe che l'uomo ha difese immunitarie proprie, pertanto in molti casi non deve neanche essere infettato per creare anticorpi protettivi. Se così non fosse, con tutti i miliardi di virus in circolazione, a quest'ora l'umanità si sarebbe estinta. Per fortuna qualcuno ha provveduto a proteggerci. Ora dovremmo essere protetti anche dagli incompetenti.

meltdown

Gio, 04/06/2020 - 14:36

È da almeno un mese - da quando hanno iniziato a fare test seriologici a campione in alcune città in US e Europa - che si sapeva che il 90% degli infetti non sviluppa alcun sintomo. È facile che il virus fosse già a spasso a gennaio. Magari gli asintomatici di cui parla Crisanti fanno parte di quel 90%, o qualche vecchietto è già passato a miglior vita a gennaio per “polmonite”?

Lucmar

Gio, 04/06/2020 - 14:37

@agosvac. Senz'altro da ricopiare. A parte che è dimostrato l'inefficacia del tampone che sbaglia due volte su tre, a Crisanti non passa per la mente che i positivi senza alcun sintomo possono essere stati molti di più di quanto detto??? Tra l'altro se fosse un medico invece che un virologo saprebbe che l'uomo ha difese immunitarie proprie, pertanto in molti casi non deve neanche essere infettato per creare anticorpi protettivi. Se così non fosse, con tutti i miliardi di virus in circolazione, a quest'ora l'umanità si sarebbe estinta. Per fortuna qualcuno ha provveduto a proteggerci. Ora dovremmo essere protetti anche dagli incompetenti.

arilibellula

Gio, 04/06/2020 - 14:38

@agosva tu sei medico? In ogni caso è evidente che non sai che gli anticorpi si sviluppano SOLO se si entra in contatto con un'antigene.

manfredog

Gio, 04/06/2020 - 14:40

...mah, immunità che non regge, per ora!! mg.

fabio_

Gio, 04/06/2020 - 14:49

L'attendibilità dei dati non so se può essere sufficientemente supportata dalla ridotta specificità e sensibilità dei tamponi effettuati (considerando anche che la maggior parte dei prelievi non erano eseguiti correttamente). Gli anticorpi a cui si riferisce Crisanti sono quelli specifici diretti contro il SARSCov-2, che si formano solo dopo il contatto con il virus.

masbalde

Gio, 04/06/2020 - 15:00

Il virus probabilmente degrada cioè si attenua ed i suoi frammenti residui presenti sulle mucose o anche sugli oggetti inducono immunità in chi ci viene a contatto ma non la malattia. È una specie di vaccinazione naturale. Se si isolasse dai tamponi il frammento virale immunogenico si sarebbe trovato il vaccino. Facile a dirsi ma non impossibile da farsi. Coraggio Burioni e Capua meritatevitare il successo!

manson

Gio, 04/06/2020 - 15:15

MA chissene! gennaio dicembre ormai è finito, tutti liberi a movidare!!! Tanto sono morti solo anziani e medici ma chissene! movida libera!

flip

Gio, 04/06/2020 - 15:24

E' giusto che ogni "esperto" dica la sua. ma si confrontassero con più criterio. chi ci và di mezzo è il poveraccio che subisce.

Tip74Tap

Gio, 04/06/2020 - 15:30

Se c'era già a gennaio allora vuol dire che li hanno ammazzati veramente con le cure sbagliate e ciecamente applicate dettate dall'OMS.

nonnoaldo

Gio, 04/06/2020 - 15:31

Niente di misterioso! Premesso che è molto probabile che il virus fosse già in circolazione a fine ottobre, si tratta di persone che ne sono state infettate in modo non massivo, il cui sistema immunitario ha reagito efficacemente producendo anticorpi che hanno distrutto il virus impedendogli di moltiplicarsi. Pertanto oggi dette persone risultano positive alla ricerca degli anticorpi e negative alla ricerca del virus. La mia nipotina diciottenne è fra queste.

Lugar

Gio, 04/06/2020 - 15:31

Tra sospetti di guerra batteriologica, impreparazione degli esperti, politici imbarazzati e strutture insufficienti, il mondo si sta chiedendo cos'è successo e dove stiamo andando. Il caos che si è generato, dovuto essenzialmente ai cinesi che a colpa o negligenza ci hanno creato grossi propblemi. In futuro, la Cina va messa in condizioni di non nuocere.

flip

Gio, 04/06/2020 - 15:40

E' solo una notizia e niemte più. Ho 90 anni e mi ricordo che nel passato ((ero un ragazzino) siamo stati vaccinati con una specie di pennino contro tante malattie. (ancora oggi ne riportiamo i segni aui bracci. poi ho avuto malattie infettive ma sono perfettamente guarito.

romabene

Gio, 04/06/2020 - 15:45

Una parte della popolazione sviluppa gli anticorpi senza sintomi di infezione, perché, forse per motivi genetici, ha una risposta immunitaria molto forte e veloce. Del resto la normalità biologica è di non infettarsi, mentre l'infezione è una eccezione, altrimenti la nostra specie sarebbe già estinta.

antipifferaio

Gio, 04/06/2020 - 15:52

Hanno ripreso a fare terrorismo psicologico. Non finiranno finché la dittatura non sarà ufficialmente dichiarata.

vocepopolare

Gio, 04/06/2020 - 16:11

l'anticipazione di crisanti non rappresenta la conclusione dello studio condotto sulla popolazione di Vo, aspettiamo che completi l'esame dei dati e che voglia subito informare tutti dettagliatamente.

buonaparte

Gio, 04/06/2020 - 16:18

io ancora 2 mesi fa dicevo che chi ha contratto il virus e non si sono ammalati sono almeno 1.5 milioni in italia- qui siamo anche oltre a quella percentuale..il virus per chi è in buone condizioni con e difese immunitarie alte lo ha superato senza nemmeno accorgersene.per chi è anziano,malato o con difese basse lo ha preso come si prende una normale influenza,bronchite,faringite, laringite, polmonite e ecc.per queste malattie ci sono i farmaci per questo virus non ancora e finiscono quindi in terapia intensiva e ce ne erano poche e la gente moriva. in friuli i morti per o con corona virus hanno una media di 87 anni. la media di vita è sugli 84 quindi ..aveva ragione johnson tanto criticato dai media di sinistra .. che l'oms sfrutti il brasile ora pieno di contagi a causa della stagione fredda per testare farmaci e vaccini

agosvac

Gio, 04/06/2020 - 16:48

Egregio arilibellula, è chiaro che mi sono espresso male. Comunque il concetto è che l'uomo è in grado di immunizzarsi da solo, sotto l'azione di un virus, grazie per avermelo fatto notare. Comunque il concetto viene espresso nel seguito quando parlo di tutti i virus che sono in circolazione.

duca grigio

Gio, 04/06/2020 - 16:51

Che e'e' di tanto sorprendente? Non avevano detto che molti col virus sono asintomatici? Hanno preso il virus, non se ne sono accorti e adesso hanno gli anticoprpi, come per qualunque altro raffreddore

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 04/06/2020 - 18:19

NON SANNO PIU' COSA RACCONTARVI NEL FRATTEMPO CHE BILL GATES E SIGNORA VI VENDERANNO IL VACCINO TRACCIANTE POVERO POPOLO PRESO IN GIRO, IMBROGLIATO, IMPOVERITO, INGANNATO E SCHIAVIZZATO PROSSIMAMENTE.

nino49

Gio, 04/06/2020 - 18:33

Il c.d. "tamponamento" di massa, se ha sicura importanza dal punto di vista profilattico e di contenimento, ne ha ben poca da un punto di vista strettamente epidemiologico!! La "positività" o "negatività" al tampone oro-faringeo ci dice quasi nulla sulla reale diffusione del contagio. Un "negativo" di oggi potrebbe semplicemente essere un "pregresso infetto"successivamente negativizzato e pertanto, sotto questo aspetto, non mi stupiscono affatto le ultime dichiarazioni di Crisanti!

ilrompiballe

Gio, 04/06/2020 - 18:41

Una sola parola : Basta!