La stazione spaziale cinese Tiangong potrebbe precipitare sulla Terra a Pasqua

ll rientro incontrollato della Tiangong-1 potrebbe provocare gravi disagi anche al traffico aereo italiano

La stazione spaziale cinese Tiangong potrebbe precipitare sulla Terra a Pasqua

ll rientro incontrollato della Tiangong-1 potrebbe provocare gravi disagi anche al traffico aereo italiano. Da quanto apprende l'Adnkronos, un warning inviato alle autorità di controllo degli spazi aerei nazionali segnalerebbe "il rischio potenziale" legato al rientro della stazione spaziale cinese, "stimato dall'Agenzia Spaziale Italiana nell'arco di tempo tra le 15,37 del 28 marzo e le 05,43 del 4 aprile". "Secondo la traiettoria prevista, il satellite Tiangong-1 potrebbe compromettere tutto il FIR (spazio aereo regionale ndr.)" del Centro-Sud, al di sotto dell'Emilia Romagna.

In realtà, le ultime rilevazioni hanno ristretto il tempo di caduta e, secondo il sito specializzato Satflare.com che segue passo passo l’evoluzione dell’orbita della navicella, ora la data più probabile per la caduta è domenica 1° aprile intorno alle 8 (ora italiana), con un margine d’incertezza di 38 ore. In pratica, Tiangong-1 potrebbe precipitare tra le 18 di venerdì 30 marzo e le 22 di lunedì 2 aprile.

Satflare rivela poi che sulla traiettoria di Tiangong-1 c’è l’Italia Centro-meridionale a sud di una linea che va grosso modo da Grosseto a San Benedetto del Tronto (43 gradi di latitudine Nord), con esclusione di quasi tutta la Sardegna. Le probabilità che i frammenti possano arrivare in superficie sono molto remote, anche se si stima che frammenti pari a circa il 20% della massa complessiva possano resistere.

Commenti