Strage al pigiama party: uccisi mamma, i suoi bimbi e una loro amichetta

La strage sarebbe stata compiuta da un 31enne, appena arrestato, di cui non si conosce l'identità ma si sa solo che era "noto alle vittime"

Strage al pigiama party: uccisi mamma, i suoi bimbi e una loro amichetta

Il Regno Unito è sotto shock per la strage avvenuta, nella notte tra sabato e domenica scorsi, durante un "pigiama party". L'eccidio in questione si è consumato nella proprietà dei coniugi Bennett a Killamarsh, nel nord dell'Inghilterra. A venire uccisi durante quella festa sono stati il 13enne John Paul e la sorellina 11enne Lacey, la loro madre Terri Harris e l'11enne Connie Gent, amica di Lacey.

Secondo quanto ricostruito finora dagli inquirenti, Jason Berrett, padre dei bambini, non si sarebbe trovato in casa durante il pigiama party fatale e avrebbe appreso soltanto in seguito la notizia dell'uccisione dei suoi figli e di sua moglie. L'uomo è stato quindi stravolto dal dolore quando ha saputo della sorte dei suoi cari, iniziando di conseguenza a esternare sui suoi canali social tutta la propria sofferenza. In uno dei post in questione, Jason ha scritto: "Vorrei che i miei bambini tornassero. La vita non sarà più la stessa. I miei angeli.", mentre in un altro messaggio ha dichiarato: "Il mio cuore è totalmente devastato. Non ho protetto abbastanza i miei bellissimi bambini e ora mi sono stati improvvisamente portati via. Sto scrivendo questo perché mi sono perso durante un viaggio di quattro ore verso casa dopo aver appena ricevuto la straziante notizia che il mio bellissimo ragazzo John e la bellissima figlia Lacey mi sono stati portati via."

La polizia, per fare luce sulla dinamica dei fatti, sta attualmente interrogando i vicini di casa della coppia, tutti sconvolti da quanto accaduto durante il pigiama party maledetto. Grazie alle testimonianze raccolte, gli agenti hanno appreso che i coniugi si erano trasferiti in quella proprietà da cinque-sei mesi e, per avere ancora più informazioni, i poliziotti stanno esortando i cittadini a fornire alle autorità ogni dettaglio utile: "Vorremmo sentire", ha dichiarato l'ispettore titolare delle indagini, "chiunque abbia visto o sentito qualcosa di sospetto nelle prime ore di questa mattina, o abbia qualsiasi informazione che potrebbe aiutare con le nostre indagini. Non importa quanto piccole pensi possano essere queste informazioni, vi preghiamo di contattarci."

Nelle ultime ore, le forze dell'ordine avrebbero compiuto un passo decisivo verso la verità sulla strage, grazie all'arresto del presunto assassino dei tre bambini e della signora Harris. L'identità del soggetto indiziato del massacro non è stata però ancora rivelata, ma si sa solo che si tratta di un 31enne "conosciuto dalla famiglia Bennett ".

Commenti