Per la Corte europea l'Italia colpevole di torture per Bolzaneto

La Corte europea ha disposto il pagamento di risarcimenti fino a 85mila euro

Per la Corte europea l'Italia colpevole di torture per Bolzaneto

Furono "atti di tortura" quelli commessi dalle forze dell'ordine italiane durante il G8 nella caserma di Bolzaneto. Dice questo la sentenza che arriva dalla Corte europea dei diritti umani, che condanna Roma anche per non avere svolto indagini efficaci su quanto avvenne in quei giorni.

Già ad aprile il governo italiano aveva riconosciuto le proprie colpe e disposto il pagamento di 45mila euro ciascuno per sei di 65 cittadini italiani e stranieri che avevano fatto ricorso. Una "risoluzione amichevole tra le parti" di cui Strasburgo aveva preso atto, chudendo i casi.

Circa 240 fermati furono portati alla caserma di Genova Bolzaneto nel luglio 2001, durante i disordini legati al G8 italiano. La Cassazione aveva stabilito sette condanne in via definitiva e risarcimenti per danni. L'ordinamento italiano non prevede tuttavia il reato di tortura.

I giudici europei hanno ora disposto il pagamento di una cifra tra i 10mila e gli 85mila euro per danni morali a quanti aveva fatto ricorso.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti