Stravolgimento del meteo: in arrivo un'ondata di aria polare

Dopo il caldo anomalo di oggi, un'ondata di aria polare interesserà l'Italia da mercoledì facendo crollare le temperature. Migliora nel tra venerdì e sabato ma domenica arrivano le grandi piogge atlantiche

Stravolgimento del meteo: in arrivo un'ondata di aria polare

Dopo una settimana caratterizzata da caldo anomalo e fuori stagione, da mercoledì un'irruzione di aria polare raggiungerà l'Italia provocando un netto calo termico e nevicate a quote molto basse.

L'alta pressione andrà, momentaneamente, verso nord provocando una risposta fredda direttamente dal Polo che, attraverso l'Europa centrale, si getterà sul Mediterraneo entrando dalla Porta della Bora, quindi da est. Come accade in questi casi, le regioni più esposte saranno le adriatiche ed il Centro-Sud. Più protetto dai fenomeni il Nord dove, comunque, avremo un sensibile calo termico.

Attualmente, caldo quasi record

Per il momento, sembra impossibile quello che accadrà da qui a breve dal momento che, soprattutto oggi, vivremo la giornata più mite con temperature massime di 21-22°C su alcune zone d'Italia come le vallate alpine, Toscana, Lazio, Campania e Sicilia. Specialmente su queste regioni, i valori termici lieviteranno toccando punte tipiche del mese di aprile.

Farà caldo fuori stagione anche su tutte le altre regioni italiane viste che le massime saranno ovunque comprese tra i 16 ed i 22 gradi.

Già da domani, però, qualcosa comincerà a cambiare: le correnti gireranno da sud-ovest caricandosi di umidità ed avremo un aumento delle nubi e qualche pioggia specialmente sul Nord-Ovest e sulle regioni tirreniche centro-settentrionali. Qualche nebbia interesserà la Pianura Padana al mattino ed in serata. Ancora clime mite su tutte le altre zone, in attesa del freddo imminente.

Mercoledì arriva l'aria polare

Tutto cambierà tra 48 ore, il 26 febbraio: come dicono gli esperti, aria polare dal Nord Europa arriverà sull'arco alpino dove comincerà a nevicare dai 7-800 metri, soprattutto sul comparto orientale. Durante la giornata, meteo in peggioramento sul Nord-Est soprattutto su Friuli Venezia Giulia, alto Veneto ed Emilia Romagna con piogge sparse e nevicata sulle zone montuose oltre i 1200 metri.

In serata, piogge e qualche temporale scenderanno verso Marche, Umbria, Abruzzo, Lazio, Campania e Calabria tirrenica. Su tutt queste regioni la neve cadrà sugli Appennini intorno ai 900-1000 metri di quota.

Crollano le temperature

Soprattutto a causa del caldo anomalo di queste ore, sul fronte termico avremo un calo generalizzato intorno ai 10 gradi e localmente di più da nord a sud: i forti venti da Maestrale e Tramontana ci daranno una sensazione di freddo ancora maggiore. Le massime, quindi, si abbasseranno e di notte, le minime, toccheranno punte di 0 gradi su gran parte delle città del Nord, intorno ai 3-6 gradi al Centro e sotto i 12 gradi sulle città meridionali.

Giovedì il tempo sarà ancora instabile con piogge soprattutto su Toscana, Lazio, Campania e Calabria tirrenica e neve intorno ai 900-1000 metri. Variabile altrove ma con il maltempo che si allonterà, gradualmente, dall'Italia anche se le condizioni meteo rimarranno un po' instabile al Centro-Sud.

Fine settimana con nuovo maltempo

Vista la distanza temporale si tratta di una previsione a medio termine che necessiterà di conferme: domenica, una perturbazione di un certo peso in arrivo dall'Atlantico coinvolgerà, in maniera estesa, il Centro-Nord con piogge intense e nevicate in montagna regalando dei paesaggi più consoni alla stagione e, soprattutto, un ritorno delle precipitazioni che mancano, ormai, da settimane.

QUI TUTTE LE PREVISIONI