Lo strazio del padre di Gaia: "Come faccio ad andare avanti?"

Il dolore inconsolabile del papà di Gaia Von Freyman, paralizzato dopo un grave incidente in moto avvenuto nel 2011

"Adesso non ho ragioni per andare avanti, Gaia era la mia forza dopo l’incidente che avevo subito". Quello del padre di Gaia Von Freyman è un dolore inconsolabile. Sua figlia, insieme a Camilla Romagnoli, ha perso drammaticamente la vita la notte di sabato, venendo investita dalla Renault Koleos guidata da Pietro Genovese, figlio del noto regista Paolo.

Degli ultimi minuti la notizia relativa agli esami circa il tasso alcolemico del ventenne: dai risultati è emerso che il giovane fosse al volante dell’automobile con un tasso alcolemico dell'1,4. Mentre è stato registrato un esisto non negativo per altre varie sostanze stupefacenti. A Pietro Genovese, infine, gli era stata restituita da poco la patente di guida: ora è indagato a piede libero con l'accusa di omicidio stradale e rischia una dura condanna, anche dai dodici ai diciotto anni di reclusione.

L'avvocato della famiglia Von Freyman ha riferito le parole del genitore: "È molto provato. Nel 2011 ha subito un grave incidente in moto, all'Eur, che lo ha costretto sulla sedia a rotelle. Questa tragedia ha un risvolto ancora più drammatico perché colpisce un uomo già provato duramente. Questa mattina l’ho sentito. Questa notte non ha chiuso occhio, è distrutto per quanto accaduto". Sì, perché l'uomo si salvò per miracolo in quel brutto incidente, rimanendo comunque paralizzato.

Alle parole del padre, si sono sommate quelle della madre, che ha lanciato un appello: "Chiunque abbia ritrovato il cellulare di mia figlia Gaia lo consegni alle forze dell'ordine. Un iPhone 8 rosso, con la cover rossa, purtroppo Gaia quella sera non aveva con sé la borsa, ma aveva tutto in tasca. Chiunque abbia ritrovato effetti personali delle ragazze per favore ce li riconsegni".

Anche la mamma di Camilla Romagnoli, tramite il proprio legale, è intervenuta, chiedendo "giustizia, non vendetta". Dunque, l’avvocato ha fatto sapere che "il padre, la madre e la sorella di Camilla sono distrutti per quanto accaduto. Una famiglia unita, colpita in modo tragico da questa vicenda. Attendiamo i risultati dell’esame autoptico, verrà svolto un esame esterno delle salme, per accertare la dinamica di quanto accaduto".

Senza pace anche il padre dell'investitore. Paolo Genovese, in una dichiarazione concessa all'Ansa, ha espresso dolore per Gaia e Camilla. Un dolore "che per i loro genitori è insopportabile". Infine, il regista ha aggiunto: "Siamo una famiglia distrutta è una tragedia immensa che ci porteremo dentro per sempre".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

necken

Lun, 23/12/2019 - 18:36

Ma all'investitore non gli è bastato il predente ritiro della patente? che tipo di giustiza vorrebbe gli venisse somministrata

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 23/12/2019 - 18:59

Pover'uomo: proprio vero che la fortuna è cieca,ma la sfiga ci vede benissimo. Cerchi,se può,di trovare una ragione di vita nella moglie.

trasparente

Lun, 23/12/2019 - 22:33

La colpa è dei genitori che lasciano in piena libertà i figli immaturi, viziati, strafatti e decerebrati che di notte vivono come zombi in una società in via di estinzione.