Stroncata da un malore non può accudire marito ​che muore di stenti

La terribile tragedia è avvenuta in provincia di Varese. L'uomo, invalido civile, era bloccato a letto

Un malore improvviso, forse un infarto, che non ha lasciato scampo a una donna di 80 anni di Cantello, in provincia di Varese. Tullia era in giardino e forse non ha nemmeno provato a chiedere aiuto, perché il marito, Luigi, di 88 anni, non avrebbe potuto raggiungerla, dato che era da anni invalido civile, bloccato a letto.

Era lei ad occuparsi del marito, giorno e notte. E così, quando Luigi non ha visto più tornare la moglie si sarà preoccupato, forse avrà provato a chiamarla. Ma invano. È morto anche lui, di stenti, senza cibo né acqua. A trovarli è stata una nipote che, precoppata per non sentirli da giorni, si è presentata a casa degli zii, per controllare se fosse successo qualcosa.

Una volta arrivata alla villetta di Cantello, la nipote ha trovato Tullia distesa sotto una pianta in giardino. Per sfondare la porta di casa ha dovuto chiamare i pompieri, che hanno trovato anche il corpo di Luigi, nel letto dove da anni era costretto a vivere.

Marito e moglie se ne sono andati così, vicini, come avevano vissuto durante tutti i 50 anni di matrimonio, che avevano trascorso l'una al fianco dell'altro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio5819

Ven, 01/03/2019 - 16:45

Riposino in pace.

Divoll

Ven, 01/03/2019 - 19:16

Che cosa triste.