Uno studio cinese rivela: "Alcuni gruppi sanguigni sono più a rischio virus"

Il gruppo A potrebbe essere leggermente più vulnerabile al Covid-19, mentre il gruppo 0 avrebbe un rischio più basso di contrarre la malattia. I ricercatori: "È uno studio preliminare, servono conferme"

Le persone con il gruppo sanguigno A potrebbero essere leggermente più vulnerabili al coronavirus. È quanto emerge da uno studio, effettuato dai ricercatori cinesi della Southern University of Science and Technology di Shenzhen.

L'indagine, pubblicata sul sito MedRxiv, è stata portata avanti su migliaia di pazienti, ricoverati in due ospedali di Wuhan, epicentro della pandemia e in un ospedale a Shenzhen, in Cina. La ricerca ha preso in considerazione 2.173 pazienti, risultati positivi al Covid-19: i medici hanno analizzato il loro sangue, mettendolo a confronto con quello di 3.694 abitanti sani di Wuhan e di 23.386 a Shenzhen.

Analizzando i risultati, i ricercatori hanno concluso che "il gruppo sanguigno A presenta un rischio significativamente più elevato di Covid-19" rispetto agli altri gruppi sanguigni. Al contrario, i soggetti del gruppo 0 sembrano avere "un rischio significativamente più basso per la malattia infettiva". Infatti, dai dati emerge che, tra i pazienti degli ospedali di Wuhan, il 37,75% dei contagiati ha gruppo sanguigno A, mentre solo il 9,10% ha il gruppo 0. Dei 206 deceduti al Wuhan jinyintan hospital a causa del virus, il 41,26% aveva il sangue di tipo A, mentre solo il 25% circa delle vittime apparteneva al gruppo 0.

La differenza potrebbe essere spiegata con la presenza di alcuni anticorpi in un particolare gruppo sanguigno, ma per confermare i dati della ricerca sono necessari altri studi. Infatti, l'indagine è ancora di tipo preliminare e, per essere certi dell'influenza del gruppo sanguigno nel contagio da Covid-19, serviranno ulteriori approfondimenti. Lo studio potrebbe aitare anche gli operatori sanitari, perché quelli appartenenti al gruppo A "potrebbero aver bisogno di una protezione personale particolarmente rafforzata per ridurre il rischio di infezione".

Nonostante questi dati, però, il dottor Gao Yingdai, ricercatore nella città di Tianjin, ha dichiarato: "Se sei di tipo A, non è necessario farsi prendere dal panico. Ciò non significa che sarai infettato al 100 percento. E se sei di tipo 0, non significa nemmeno che sei assolutamente al sicuro. Devi sempre lavarti le mani e seguire le linee guida emesse dalle autorità".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Intensissimo

Ven, 20/03/2020 - 14:53

Hanno scoperto l'acqua calda!!! Il dott. Mozzi lo dice da anni che il gruppo A ha un sistema immunitario debole,più soggetto ad infezioni e tumori.

titina

Ven, 20/03/2020 - 15:43

ecco perchè ho già due malattie autoimmuni. Mi ci mancava la notizia che sono preferita dal coronavirus.

wrights

Ven, 20/03/2020 - 16:10

Premesso che sono del gruppo sanguigno A, quindi difendo la categoria, ma qualcosa non torna. Se circa il 38% dei colpiti ha il gruppo A, il 9% ha il gruppo O, il rimanente 53% che cavolo i gruppo sanguigni avrebbe, il B, l'AB, lo Z? Nel mondo il Gruppo A è dal 34 al 38% della popolazione, quindi perfettamente in media,con i colpiti cinesi, suona strano che invece il gruppo B ed AB che sono almeno in Italia il 10% della popolazione in Cina siano stati colpiti al 53%. Un cordiale a tutti i media che propagano fake news in continuazione, ai cinesi ed al dott. Mozzi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 20/03/2020 - 16:10

E il gruppo B positivo!!!! Non c'è in Cina!!!

gianf54

Ven, 20/03/2020 - 16:13

E' una solenne fesseria: in proporzione, la stragrande maggioranza della gente ha il gruppo A; quanti, invece hanno il gruppo 0 ??. Quanto al dottor Mozzi, per quanto scrive e fa è, nè più nè meno, un ciarlatano !!

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Ven, 20/03/2020 - 16:23

Era una cosa che mi chiedevo sin dall'inizio dell'epidemia. Certo @intensissimo, dott. Mozzi ha ragione, basterebbe seguirlo di piu' per stare tutti meglio. Di gruppo A la mia dispensa in queste settimane e' fornita secondo i consigli del dott. Mozzi.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 20/03/2020 - 16:34

Ma hanno tenuto conto del fatto che il gruppo A è di gran lunga il più diffuso?

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Ven, 20/03/2020 - 16:47

Io sono Gruppo 0. Dai dati emerge che è vero che solo il 9,10% degli infettati appartiene al Gruppo zero, una volta infettati quelli del Gruppo zero infettati hanno una maggiore probabilità di morire: infatti i morti del Gruppo 0 diventano il 25% dei totali ! Quindi mortalità tripla ! Buono a sapersi !

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 20/03/2020 - 16:51

Ma che fesseria! Il gruppo sanguigno 0 è piuttosto raro,ovvio che la maggior parte dei contagiati non abbia quel gruppo. Da qui a dire che chi ha il gruppo sanguigno A è più a rischio è una falsità.

jaguar

Ven, 20/03/2020 - 17:05

Così tanto per non creare panico.

ortensia

Ven, 20/03/2020 - 17:11

Nel frattempo noi del gruppo A faremo gli scongiuri.

venco

Ven, 20/03/2020 - 17:20

gian54 16,13 fai bene a non seguire Mozzi, tanto la tua vita è tua.

Cicaladorata

Ven, 20/03/2020 - 17:25

Prendetela come una fake news innocente, nel senso che non voglio ingannare bensì, che ciò che scrivo, potrebbe essere una opinione personale sbagliata: A mio parere questa polmonite si lega con quella diffusa (che numericamente ha colpito molte persone) dell'inverno del 2018. Andrebbero chiamate tutte le persone che nel 2018 hanno avuto la polmonite, anche quelle che si sono curate da sole con medicinali da banco una "quasi polmonite" forte, e nell'analisi medica che potrebbe legarle al Covid-19, si dovrebbe chiedere a queste persone se, la memoria familiare implica avi, nonni e bisnonni con storia medica in sanatorio. Magari con la storia medica antica si potrebbe scoprire un nesso sui gruppi sanguigni più favorevoli a polmoniti, tipo il gruppo A e rivedere la cura delle polmoniti riaprendo ospedali-sanatorio come nei secoli passati.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 20/03/2020 - 17:29

Ho il gruppo 0 non sapevo fosse raro! Forse perché sono nato il 25 dicembre?

silb

Ven, 20/03/2020 - 18:00

Veramente il gruppo 0 + e' il gruppo più' comune in Italia e nel mondo ,seguito a ruota dal gruppo A+ In Cina può darsi che sia il contrario

necken

Ven, 20/03/2020 - 18:04

che panico!?!

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 20/03/2020 - 18:17

@Tomari...il gruppo sanguigno 0- riguarda solo il 7% della popolazione e la sua peculiarità consiste nel fatto che mentre può donare il sangue a tutti gli altri,chi ha il gruppo 0- lo può ricevere solo da chi ha il gruppo zero.

Robdx

Ven, 20/03/2020 - 18:21

Giusto per informazione il gruppo 0 è il più comune

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 20/03/2020 - 18:25

Come dire che in Cina chi ha occhi e capelli neri ha più possibilità d'infettarsi mentre, sempre in Cina, ci sono pochissimi infettati con gli occhi azzurri e/o con i capelli biondi per non parlare dei rossi.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 20/03/2020 - 18:29

...continua La distribuzione nella popolazione varia a seconda delle diverse zone del mondo. Ad esempio nei nativi sudamericani si riscontra il 100% di sangue con il gruppo 0. Per quanto riguarda l'Europa e Nordamerica dominano rispettivamente i gruppi A e 0, mentre nell'Asia centrale è molto abbondante il gruppo B. L'Italia si attesta attorno al 40% di persone con il gruppo 0, 36% con il gruppo A, 17% con il gruppo B e 7% con il gruppo AB. In Europa è relativamente facile trovare individui con Rh positivo, ragion per cui tale tendenza si è poi nel corso dei secoli diffusa in altri continenti come America e Africa.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 20/03/2020 - 18:58

Grazie delle delucidazioni giualnord 18e29. Ecco perche quando da giovane ero donatore di sangue, mi chiamavano dall'ospedale di Monza quando avevano bisogno del mio gruppo B positivo che scarseggiava!!! Saludos.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Ven, 20/03/2020 - 20:06

@gianf54, su quali basi e' costruita la sua opinione sull'operato del dott. Mozzi. Se non ha provato di persona o ha la fortuna di essere sano come un pesce si astenga per favore da simili commenti. Grazie.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Ven, 20/03/2020 - 20:12

@mbferno, da dove ha preso i dati sul numero di aventi gruppo 0? Forse prima di sparare sciocchezze sarebbe utile documentarsi e non sentenziare per sentito dire.

gpetricich

Sab, 21/03/2020 - 10:10

Dire gruppo A è come dire uomini coi capelli neri. Nello specifico, quale gruppo A?