Cronache

Lo studio: "Mangiare la carne al sangue è pericoloso, va cotta il più possibile"

"Mangiare la carne al sangue può uccidere". Lo rivela uno studio ad opera di esperti selezionati dal governo britannico. Una rivelazione che mette a rischio milioni di persone attratte dalla carne poco cotta

Lo studio: "Mangiare la carne al sangue è pericoloso, va cotta il più possibile"

"Mangiare la carne al sangue può uccidere". Lo rivela uno studio ad opera di esperti selezionati dal governo britannico. Una rivelazione che mette a rischio milioni di persone attratte dalla carne poco cotta. Il pericolo sarebbe causato da alcuni batteri capaci di resistere ai farmaci che possono essere eliminati solamente attraverso una maggiore cottura della carne. Come scrive il The Sun la Review on Antimicrobial Resistance ha rivelato come i possibili rischi possano colpire circa 10 milioni di persone da qui al 2050. Di queste 700mila già nei nostri anni. Ad alimentare i timori degli esperti è l'assoluta difficoltà nel comprendere la presenza o meno di questo super batterio nella carne che comprate. È praticamente impossibile saperlo in anticipo e non c'è modo di scoprirlo. "L'unico consiglio è quello di cucinare la carne il più a lungo possibile, abbandonando l'idea di consumarla al sangue o a media cottura". Spiega Lord Jim O'Neill.

A confermarlo è anche un portavoce del Governo britannico. "Se maneggiata e cotta a dovere, il rischio di incorrere nel superbatterio dalla carne è molto basso".

L'ente di ricerca ha anche cercato le cause che avrebbero provocato la nascita di questo superbatterio. "L'abuso di antibiotici in agricoltura è una problematica importante - spiegano - e stiamo lavorando in stretta collaborazione con i paesi di tutto il mondo per il monitoraggio".

Commenti