Lo studio sui condizionatori: cosa c'è dietro lo scontro in ufficio sulla temperatura

Mugugni e vendette consumate in silenzio si susseguono su i due fronti: quello degli uomini e quello delle donne

Lo studio sui condizionatori: cosa c'è dietro lo scontro in ufficio sulla temperatura

"Puoi abbassare la temperatura?", "la puoi alzare?". Quante volte avete sentito queste frasi quando in ufficio scatta la disputa sulla manopola del condizionatore. Mugugni e vendette consumate in silenzio si susseguono su i due fronti: quello degli uomini e quello delle donne. Cosa c'è ditro questa disputa? la maggior parte degli uffici hanno tarato la temperatura dell’aria condizionata sul metabolismo maschile rilevato addirittura nel 1960. Un tempo, osserva lo studio, gli uomini erano più numerosi negli uffici, ma oggi non è più così, afferma uno studio del Journal Nature Climate Change. Ma un'altra ricerca invece pone l'accento sulla produttività.

Alan Hedge, direttore del Dipartimento di design ambientale della Cornell University di New York, afferma come le basse temperature influiscano negativamente sulla produttività. Durante uno studio dell'università di Orlando, nell’arco di un mese sono state monitorate una decina di postazioni di lavoro, ognuna delle quali era stata equipaggiata con un sensore per misurare i gradi circostanti a essa. A 25° gli impiegati tenuti sotto osservazione hanno trascorso il 100% del tempo digitando sul computer con un margine di errore del 10%. Scendendo a 20°, invece, la percentuale si è abbassato in modo drastico: 54% con il 25% di tempo trascorso a correggere errori.

Commenti