Svelata la sede del Bilderberg: ecco dove sarà vertice segreto a Torino

Domani parte la 66esima edizione dell'esclusivo meeting del Club Bilderberg. Imponenti le misure di sicurezza. E l'hotel risulta esaurito

Svelata la sede del Bilderberg: ecco dove sarà vertice segreto a Torino

Polizia e carabinieri stanno già presidiando l'area. Il 66esimo incontro del Club Bilderberg, che da domani si terrà a Torino fino a domenica 10 giugno, apre le danze già tra mille polemiche. Stavolta anche politiche.

I grillini che governano la città piemontese, infatti, sono sempre stati critici nei confronti di questo meeting che ha tutti i crismi della segretezza e che riunisce i poteri forti del mondo. Su youtube è ancora visibile un video di Carlo Sibilia, importante parlamentare pentastellato, mentre protesta di fronte alla sede scelta allora dal Club esclusivo a Londra. Bene. Domani il lupo entrerà nell'ovile grillino: i grandi della finanza, delle banche, della comunicazione e della politica parleranno (senza registrazioni) di populismo, intelligenza artificiale, Russia, elezioni americane e post-verità (clicca qui per conoscere gli invitati).

Sul luogo della riunione era nato un mistero. Inizialmente, infatti, si era diffusa la notizia che potesse sbarcare sulla laguna di Venezia. Poi, però, il gotha della finanza ha scelto Torino come fece trapelare il primo ministro serbo Ana Brnabic rendendo pubblico il suo invito all'incontro. Ieri, poi, la conferma ufficiale. Nel sito ufficiale del Club Bilderberg, dove sono stati pubblicati argomenti e invitati, si parla genericamente della città della Fiat. Senza però comunicare il luogo esatto.

Ecco: Torino. La quattro giorni di dibattiti segreti, di cui i partecipanti sono autorizzati ad utilizzare i contenuti senza però poter rivelare né l'identità né l'affiliazione degli oratori, si terrà all'Nh Hotel Lingotto Congress, le cui strutture - si legge nel sito - "fanno parte dell'opera di riqualificazione dei vecchi stabilimenti della Fiat a Torino". A confermarcelo per mail è l'ufficio stampa del Club. Le forze dell'ordine e la security privata, comunque, sono già sul posto. Sul sito l'hotel risulta pieno ed è impossibile prenotare una stanza. Lo stesso al telefono. Alla nostra richiesta, al centralino ci comunicano che "la struttura è al completo" (240 stanze!). Punto. Ma non appena pronunciamo la parola "Bilderberg" il ragazzo dall'altra parte della cornetta gira la telefonata ad un'altra impiegata. Che, cordialmente, ci fa sapere che in base alla legge sulla privacy non può rilasciare alcuna informazione ulteriore.

A pagare l'organizzazione dell'evento, secondo le regole della Fondazione, saranno i membri italiani del "comitato direttivo", ossia John Elkan e la giornalista Lilli Gruber. Le auto dei potenti potrebbero passare sul tetto della struttura facendoli arrivare direttamente a destinazione e, se necessario, gli invitati potrebbero teoricamente approdare sul posto sfruttando la pista di atterraggio per elicotteri. Una volta dentro, sarà mistero.

Commenti