Il centrodestra vola nei sondaggi: testa a testa tra Salvini e Meloni

Il centrodestra resta la coalizione con percentuale più alta. Lega e Fratelli d'Italia in testa con il 20% ciascuno. Male il Pd. Torna a crescere il M5s

Il centrodestra vola nei sondaggi: testa a testa tra Salvini e Meloni

Il centrodestra è in testa. Con il 48,7%, la coalizione che comprende Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia è quella che raccoglie la maggior parte delle preferenze degli italiani secondo la Supermedia dei sondaggi Agi di YouTrend, specializzato nell'analisi dei dati. Nonostante il leggero calo dello 0,4%, il centrodestra si mantiene in prima posizione, seguito a grande distanza dal centrosinistra, che si attesta sul 26,2%, con un calo dello 0,5%, dal Movimento 5 Stelle al 16,1% e da Leu al 4,4%.

All'interno della coalizione del centrodestra continua il testa a testa tra Lega e Fratelli d'Italia, che oggi registrano percentuali perfettamente identiche, pari al 20% per entrambi. Entrambi i partiti sono però lievemente calati: Lega ha registrato un -0,4% e Fratelli d'Italia un -0,2%, mentre Forza Italia ha visto un aumento dello 0,1%, raggiungendo i 7,8% delle preferenze. Supermedia Agi/YouTrend di questa settimana ha sottolineato anche un aumento non indifferente per il Moviemnto 5 Stelle, che passa dal 15% al 16,1%, con un +1,1%. L'aumento del partito fondato da Beppe Grillo, riferisce Agi, è la conseguenza della riappacificazione tra l'ex premier Giuseppe Conte e il fondatore del M5S e dell'accordo sul nuovo statuto. La crescita del Movimento grillino avviene soprattutto a scapito dei primi tre partiti, che hanno sempre una distanza pari a circa un punto percentuale.

Per quanto riguarda le singole liste, la Supermedia di questa settimana conferma in testa Lega e Fratelli d'Italia, entrambi con il 20% delle preferenze, seguite dal Partito Democratico con il 19,1%. Rispetto alla scorsa settimana, il Pd ha però perso 0,3 punti percentuale. Con tre punti di distacco si posiziona poi il Movimento 5 Stelle, che sale al 16,1% (+1,1%), seguito da Forza Italia al 7,8%, aumentato dello 0,1% e Azione al 3,5%. Più basse le percentuali delle liste restanti: Art.1-MDP si attesta sul 2,3%, con un aumento di 0,2 punti percentuale, Sinistra Italiana sul 2,2% (+0,1), Italia Viva sull'1,9%, con un calo dello 0,3, +Europa resta stabile a 1,7% e i Verdi scendono all'1,5% (-0,1). Complessivamente, le liste a sinistra del Pd, però, raggiungono complessivamente il 4,4%, dato più alto da inizio legislatura.

Infine, YouTrend analizza le aree del parlamento, identificando una solida preferenza per la maggioranza guidata da Mario Draghi, che si attesta sul 73,3% (+0,5). Questa percentuale viene divisa tra i partiti che fanno parte della maggioranza nel modo seguente: ai giallorossi, cioè Pd, M5S e MdP, il 37,5% (+0,9); al centrodestra il 28,7% (-0,2), al centro liberale il 7,1% (-0,2). L'opposizione di destra, formata da Fratelli d'Italia, scende lievemente e si attesta sul 20%, mentre quella di sinistra sale leggermente (+0,1) al 2,2%.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti