"Ti prometto un caldo incontro", poi li drogavano e rapinavano

Era semplice la tecnica utilizzata da tre donne, che con due loro complici adescavano dei malcapitati, promettendogli "caldi incontri", per poi drogarli e spogliarli di tutti i loro averi. È la procura di Siracusa a indagare su una serie di truffe messe in atto ai danni di uomini di mezza età trovati sui siti d'incontri.

Bastava un boccale di birra o il bicchiere di un cocktail perché le donne entrassero in atto. Ora sono accusate di rapina aggravata e continuata insieme ai complici. Ci sarebbe una 52enne a capo del gruppo, portata in carcere insieme a una seconda donna, mentre la terza è stata messa ai domiciliari.

Otto le vittime accertate dagli inquirenti, tutti della Sicilia orientale, ma in un'agenda sequestrata ci sono i contatti di una settantina di persone che hanno avuto contatti sul web con loro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.