Torino, in 3 pestano un clochard: nigeriani arrestati dai carabinieri

La violenza durante la serata di ieri nel quartiere di Barriera di Milano: dopo aver chiesto indietro dei soldi dati in precedenza al connazionale, i nigeriani sono passati all'attacco, inseguendo e riempiendo di colpi la loro vittima

Torino, in 3 pestano un clochard: nigeriani arrestati dai carabinieri

Episodio di violenta aggressione a Torino, dove uno straniero senzatetto è stato circondato ed assalito da tre connazionali intenzionati ad impossessarsi anche con la forza di quanto era riuscito a racimolare chiedendo l'elemosina. Preso a calci ed a pugni, il clochard è stato salvato in tempo da alcuni carabinieri accorsi in suo aiuto dopo averne udito le grida.

I fatti, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, si sono verificati durante la serata di ieri, venerdì 28 febbraio, nel quartiere torinese di Barriera di Milano. La vittima, un nigeriano senza fissa dimora, stava mendicando in piazza Teresa Noce, a poca distanza dall'ex fabbrica Incet, quando è stato raggiunto da un gruppo di suoi connazionali, due uomini ed una donna.

Questi, stando al racconto dei testimoni e della vittima, hanno da subito manifestato un atteggiamento minaccioso. Decisi ad appropriarsi dei soldi raccolti dall'africano, hanno inizialmente cominciato a parlare di una certa somma di denaro che gli avevano dato in precedenza e che volevano riavere indietro. Alle richieste avanzate dai connazionali, tuttavia, il senzatetto avrebbe risposto con un secco rifiuto e, alzatosi dalla propria postazione, avrebbe tentato di allontanarsi. A questo punto, dunque, è scattata la violenta aggressione.

Vedendo fuggire il loro obiettivo, i tre nigeriani non hanno esitato a scagliarglisi contro con una furia inaudita. Dopo averlo raggiunto ed accerchiato, sono infatti immediatamente passati all'attacco, tempestandolo di calci e pugni. Un autentico pestaggio, dunque, al quale soltanto a fatica il clochard è riuscito a sottrarsi, divincolandosi dalla presa di uno dei suoi aguzzini e cominciando ad urlare in direzione della poco distante caserma dei carabinieri.

Ad udire le grida dello straniero e ad accorrere in suo aiuto sono stati proprio alcuni militari in servizio presso la stazione di Barriera di Milano (Torino). Allarmati dal frastuono, alcuni uomini dell'Arma sono usciti all'esterno del comando per accertarsi di quanto stava accadendo ed hanno notato il nigeriano che correva in loro direzione. Immediato l'intervento dei carabinieri, che hanno soccorso la vittima per poi inseguire i responsabili, riusciti nel frattempo ad impossessarsi di una sacca nera di proprietà del clochard.

Fermati in breve tempo, i tre extracomunitari sono stati tradotti in caserma per le pratiche di identificazione. Di età compresa fra i 26 e i 34 anni, sono finiti tutti quanti in manette con l'accusa di rapina aggravata, mentre la borsa sottratta è stata restituita al proprietario, che non ha riportato serie conseguenze in seguito alla brutale aggressione subita.