Torino, arresti e perquisizioni: nel blitz pure maestra dell'odio

I siti antagonisti annunciano il blitz della polizia nelle case dei manifestanti scesi in piazza Torino contro Casapound. Tra loro anche la maestra Lavinia Flavia Cassaro

Ci sarebbe anche Lavinia Flavia Cassaro, la cosidetta "maestra dell'odio", tra le persone che questa mattina hanno subito la perquisizione da parte delle forze dell'ordine per i fatti di Tortino, quando un gruppo di antagonisti cercò lo scontro con la Polizia per impedire a CasaPound di tenere un comizio elettorale.

A darne notizia è il sito di informazione di area, InfoAut. "Le prequisizioni che hanno avuto luogo stamane - si legge - contro altrettante/i antifascite/i che hanno partecipato alla manifestazione contro Casa Pound". Non solo. Oltre alle perquisizioni, ci sarebbero anche due persone tratte in arresto, un attivista ai domiciliari e "firme ed altre misure per i restanti compagni".

Forse ricorderete quanto successo. Quasi un mese l'area antagonista, No Tav e dei dei centri sociali si ritrovò in piazza per urlare il suo dissenso contro la presenza di Simone Di Stefano in città. Ne scaturirono scontri con le forze dell'ordine, costretta all'uso degli idranti. Ad urlare più di tutti fu Lavinia Flavia Cassaro, maestra elementare in città, il cui "dovete morire" rivolto contro gli agenti in tenuta anti-sommossa ha indignato l'intero Paese. Su di lei ora pende una indagine e il ministero dell'Istruzione ha aperto un provvedimento disciplinare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

TitoPullo

Mar, 20/03/2018 - 01:04

Ohhhhh.....una bella retata di zecche komuniste !!!