Torino, hashish nel cestino della bicicletta: in manette pusher marocchino

La Polizia di Torino ha arrestato un pusher 38enne di origine marocchina che nascondeva 4 panetti di hashish nel cestino di una bicicletta oltre a 250 euro in contanti

Ancora un arresto per droga a Torino, dove gli agenti del commissariato Centro hanno arrestato uno spacciatore di 38 anni di origine marocchina. Il 38enne è stato colto in flagrante a spacciare droga nella giornata di mercoledi, intorno alle 17 del pomeriggio.

I poliziotti hanno osservato tutta la scena della compravendita illecita, avvenuta in Corso Regina Margherita, all'angolo di via delle Orfane. Intorno alle 17 gli agenti, che si trovavano appostati in quella zona, hanno visto prima la consegna dei soldi da parte di alcuni acquirenti, poi il passaggio della droga da parte del pusher. Uno dei clienti cede alcune mazzette di denaro arrotolate al 38enne marocchino, che una volta messe le mani sui soldi, si dirige verso una bicicletta ferma nella vicinanze.

Dal cestino della bici l'uomo prende una busta di cellophane, da cui estrae un panetto di hashish, per poi passarlo ad un suo complice. Sorpreso in flagrante e capito il meccanismo di vendita, i poliziotti decidono a questo punto di intervenire. Bloccano il marocchino e lo perquisiscono, trovandogli addosso oltre 250 euro in contanti. Nel cestino della bicicletta, invece, sono stati rinvenuti ben 4 panetti di hashish, per un totale di circa 400 grammi di droga. Il pusher è stato quindi arrestato con l'accusa di spaccio e detenzione di sostanza stupefacente.

Solo qualche giorno prima la polizia aveva arrestato un altro spacciatore di origine africana, un giovane senegalese che aveva messo su un vero e proprio laboratorio della droga alle porte di Torino. All'interno dello stabile veniva prodotto crack a forma di ostia, per poi essere spacciato. Sempre nell'ambito delle operazioni antidroga, nei giorni scorsi a finire nei guai è stato uno studente di appena 17 anni, fermato alla stazione di Pinerolo. Il ragazzo è stato infatti trovato con 36 grammi di marijuana e più di mille euro in contanti. Trattandosi di un minorenne, è stato portato all'istituto penale per minori "Ferrante Aporti" di Torino, dove sconterà la sua pena.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

kennedy99

Sab, 11/01/2020 - 13:07

il solito povero cristo bisognoso di aiuto. praticamente come dicono i media un disperato. che non hanno ancora capito che i veri disperati adesso sono gli italiani.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Sab, 11/01/2020 - 14:01

Italiano polcor: "di origine marocchina". Italiano corretto: "marocchino con cittadinanza". Grazie alla legge 91 del febbraio 1992, uno degli ultimi regali di Andreotti all'Italia. L'allora ministro dell'immigrazione, Margherita Boniver, è presidente della Fondazione Craxi e fa oggi parte di FI.