Traffico internazionale di cocaina: sequestrati 333 chili tra Liguria e Toscana

La merce è arrivata a La Spezia dal Brasile, diretta a Massa Carrara. La droga ha un valore di 100 milioni di euro

Un traffico di droga internazionale è stato scoperto questa mattina dagli uomini della Guardia di finanza della Spezia e di Genova, uniti al personale delle Agenzie delle Dogane. Durante l’operazione, denominata “Samba 2020”, sono stati sequestrati 300 panetti di cocaina pura, per un totale di oltre 330 chili e un valore di 100 milioni di euro..

Il traffico internazionale dal Brasile alla Toscana

La merce si trovava nascosta all’interno di un contenitore proveniente dal Brasile. Il carico è poi stato fatto ripartire alla volta della Toscana, sempre controllato e monitorato. Quando è arrivato a destino, le fiamme gialle hanno fermato quattro persone che erano incaricate di recuperare la droga vicino a Massa Carrara: un italiano e tre stranieri. Il valore della sostanza stupefacente sequestrata si aggira attorno ai 100 milioni di euro. La cocaina è giunta al porto della Spezia celata tra alcune lastre di granito racchiuse in casse di legno, trasportate in un container. I finanzieri si sono occupati di seguire il viaggio del container, dalla Liguria fino alla Toscana, senza mai perdere di vista il prezioso carico.

Il controllo delle merci provenienti da Paesi sensibili

Le persone fermate sono state accusate, a vario titolo, di traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Le indagini, condotte dal Nucleo di polizia economico-finanziaria di Genova e dal gruppo della Spezia, sono state coordinate dalla procura della Repubblica di La Spezia. L’operazione è stata chiamata “Samba 2020” ed è nata in seguito alla decisione della Guardia di Finanza di La Spezia di controllare approfonditamente le merci spedite da Paesi sensibili, come questa, arrivate dal Brasile.

Anomalie nel carico e la scoperta

Fiamme gialle e doganieri hanno rilevato alcune anomalie nel carico, grazie all’utilizzo di scanner, e hanno quindi deciso di controllare i pallet. Al loro interno hanno infatti trovato 300 panetti di cocaina pura, per un valore di circa 100 milioni di euro e un peso totale di 333 chili. Una volta scoperto il traffico illegale, il carico è stato chiuso nuovamente e fatto arrivare a destinazione. Ovviamente la Guardia di finanza non ha mai perso di vista la merce e, solo quando questa è giunta in un magazzino a Massa Carrara, i finanzieri sono entrati in azione, fermando i responsabili, proprio mentre cercavano di recuperare la droga appena arrivata. Si tratta di un italiano, un brasiliano, un croato e un albanese. Tutti sono accusati di traffico internazionale di stupefacenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.