I lavori di notte e lo scambio: si indaga sulle cause del deragliamento

La procura di Lodi ha aperto un'inchiesta, per accertare le cause dell'incidente. La polizia ha acquisito le registrazioni delle telecamere e le scatole nere. Il prefetto: "Sarà un lavoro certosino"

"Sarà un lavoro certosino che è già in atto da questa mattina per chiarire la dinamica di questo gravissimo incidente". A specificarlo è il prefetto di Lodi, Marcello Cadorna, che assicura chiarezza circa le cause che hanno portato al deragliamento del Frecciarossa 9595, sulla linea Milano-Bologna. L'incidente ha provocato la morte di due macchinisti e il ferimento di altre 27 persone, di cui una si troverebbe in gravi condizioni.

Questa mattina, la Polfer di Milano, al lavoro sul luogo dell'incidente, avrebbe acquisito, secondo quanto appreso da AdnKronos da fonti investigative, le registrazioni delle telecamere e le scatole nere, per cercare di far luce sulle dinamiche e sugli eventi che hanno causato l'incidente di questa mattina. Nel frattempo, la procura di Lodi ha aperto un'inchiesta per disastro ferroviario, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose plurime, mentre l'area del deragliamento è stata posta sotto sequestro, per permettere agli inquirenti di fare tutti i rilievi necessari e ricostruire l'accaduto. "La repertazione è fondamentale- ha detto il prefetto- le forze dell'ordine, la Polfer, e i vigili del fuoco stanno perlustrando centimetro per centimetro, repertando tutto. Vanno chiarite le questioni. Parliamo di un mezzo importantissimo".

Ma per capire le cause ci vorrà tempo: "Non sono questioni che si dipanano dopo dieci minuti - ha specificato il prefetto- È stato un incidente gravissimo che ha avuto un tragico epilogo con la morte dei due macchinisti". Già da questa mattina, però, "sono iniziate le prime attività di riscontro per capire dove è stato il punto zero del deragliamento". E secondo una prima (e parziale) ricostruzione della dinamica dell'incidente, resa nota dal Corriere della Sera, la motrice del convoglio sarebbe uscita dai binari, per schiantarsi prima contro un carrello e poi contro una palazzina delle ferrovie. Il resto del treno, invece, avrebbe proseguito la corsa per qualche metro, fino a quando la seconda carrozza si è ribaltata.

Sulle cause del deragliamento, invece, c'è già chi punta il dito contro i lavori di manutenzione che, quella notte, erano stati effettuati sulla linea. Ma il prefetto frena: "La manutenzione viene fatta costantemente, associare una manutenzione all'evento tragico mi pare assolutamente prematuro". E in merito a eventuali segnali di anomalia dal treno, dice: "Non risulta nulla, né nessuno di noi in questo momento può raccordare notizie". Secondo quanto rivelato dagli inviati del Corriere della Sera, al centro delle indagini ci sarebbe uno scambio oleodinamico, oggetto della manutenzione notturna, che sarebbe stato "morsettato". Secondo il sindaco di Livraga, comune in cui è deragliato il Frecciarossa, nel tratto dell'incidente "non ci sono mai stati incidenti così gravi. La motrice è volata fuori dalle rotaie finendo contro una palazzina di controllo. Al momento la linea è ferma"​.

Se le cause dell'incidente non sono ancora note, sembra che non ci siano dubbi sull'efficacia e la tempestività dell'intervento dei soccorsi: "Il sistema è immediatamente intervenuto- ha detto l'assessore al Territorio e alla Protezione civile della regione Lombardia- dopo poco tempo erano tutti operativi sul posto, vigili del fuoco, autorità di pubblica sicurezza, 118 e protezione civile". L'incidente avrebbe potuto causare una tragedia ancora più grave, ma fortunatamente "nella prima vettura c'era solo un passeggero, nella seconda ce n'erano due, nella terza uno", secondo quanto riferito dal prefetto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

DRAGONI

Gio, 06/02/2020 - 11:17

Ponti che crollano, treni che deragliano, banche che falliscono, industrie che chiudono.....la fotografia dell'Italia dell'azzeccacarbugli Giuseppi!!

rudyger

Gio, 06/02/2020 - 11:20

Non è che si comincia more solito ad annacquare il problema con i rimpalli - disinteressandoci dei poveri morti e feriti - per approdare fra venti anni a nulla ? ormai ci hanno fatto diventare dubbiosi su tutto. purtroppo.

amedeov

Gio, 06/02/2020 - 11:36

L'Italia è una nazione in fallimento

rr

Gio, 06/02/2020 - 11:40

Ma cove, l'AV non era sicura? Dettaglio a parte andrà a finire come al solito: una bella prescrizione ed i supermanager vissero tutti felici e contenti. E soprattutto ricchi...

rr

Gio, 06/02/2020 - 11:48

@DRAGONI La manutenzione fa capo a FS, e i relativi Presidente e AD sono stati nominati in quota Lega a Luglio 2018. Quindi parliamo dell'Italia leghista. Ma studiare prima di scrivere è così difficile?

Raffaello13

Gio, 06/02/2020 - 11:48

Per evitare interminabili processi con cori di incompetenti che inseguono interessi di parte è essenziale che le INDAGINI siano effettuate da Periti Tecnici con adeguata preparazione Scientifica NEI PRIMI Giorni, fin che le traccie sono chiare e non manomesse da interventi successivi. Assurdo il coro di giornalisti televisivi che sparano cazz.. notizie affrettate e da fonti non qualificate.

marcopg

Gio, 06/02/2020 - 11:53

Mah.. ancora non si sanno le cause e già partono i giudizi di Mattarella per esempio Ricordo che esiste anche l' errore umano...

marinaio

Gio, 06/02/2020 - 11:54

I sindacati hanno proclamato 2 ore di sciopero. E te pareva! Invece di protestare, come sempre, potrebbe lavorare e devolvere la giornata lavorativa a favore delle vittime. Fannulloni!!!

ST6

Gio, 06/02/2020 - 11:57

Se la cantano e se la suonano, gli italiani: ma la realtà, i fatti sono ben altri.

graffio2018

Gio, 06/02/2020 - 12:05

rifanno l'impianto elettrico e brucia il teatro... rifanno la soletta e crolla la scuola... riparano il binario e deraglia il treno.. ormai i lavori li fanno così, al risparmio e in fretta, svogliati e irresponsabili

flip

Gio, 06/02/2020 - 12:07

UNICO RESPONSABILE??? IL "MINISTRO in carica"! che non controlla però intasca una montagna di soldi! TRROPPO COMODA!!!!!!!!

Venditore

Gio, 06/02/2020 - 12:21

E' incredibile come un bordino delle ruote ferroviarie con una altezza di soli 3 centimetri, possa impedire a un treno di deragliare a 300 Km/h. Ma le prove sono state fatte con successo anche a oltre 500 km/h. Se poi non si controlla che un sasso della massicciata non si infili tra gli aghi dei deviatoi impedendone il corretto posizionamento, tutte le dinamiche saltano e il treno deraglia. Basta una piccola disattenzione di qualche manovale, altro che ingegneri e amministratori.

graffio2018

Gio, 06/02/2020 - 12:23

va beh io non appoggio certo questo governo, ma volerci vedere la colpa del ministro o del presidente della società è assurdo.. qui eventualmente sono operai o tecnici o simili incompetenti

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 06/02/2020 - 13:42

Il ministro dei Trasporti deve dare le dimissioni o chiunque esso sia deve essere licenziato. Se tu graxie ai subappalti di stampo comunista, fai finta di pagare gli operai, essi ovviamente fanno finta di lavorare e questi sono i risultati.

Calmapiatta

Gio, 06/02/2020 - 14:07

"Si indaga sulle cause..". "Si lamentano le vittime..".occorre fare chiarezza..". "E' una tragedia...". Tutte le frasi inutili e stucchevoli di una politica incapace di governare un paese in caduta libera. Dai treni ai ponti, dai alluvioni ai terremoti, dalle scuole che crollano alle buche sulle strade. Una poltica capace solo di stucchevole ipocrisia.

flip

Gio, 06/02/2020 - 16:54

Anche le "mazzette"possono avere la loro importanza su certi incidenti...!

Ritratto di faman

faman

Gio, 06/02/2020 - 22:33

DRAGONI-Gio, 06/02/2020 - 11:17: prima di Conte non è mai successo niente di tutto ciò vero? lei è veramente patetico.