Cronache

Treviso, azionista entra in una filiale e minaccia di togliersi la vita

Il giorno dopo l'approvazione del decreto per il salvataggio delle banche venete, un azionista ha provato a togliersi la vita a Montebelluna nella sede di Veneto Banca

Treviso, azionista entra in una filiale e minaccia di togliersi la vita

Una mossa improvvisa e inaspettata. Il giorno dopo l'approvazione del decreto per il salvataggio delle banche venete, un azionista ha provato a togliersi la vita a Montebelluna in una filiale di Veneto Banca. L'uomo, secondo quanto riporta Repubblica, si è barricato all'interno della sede dell'istituto di credito dopo aver avuto un alterco con il direttore. L'azionista ha mnacciato il suicidio. Immediatamente è stato dato l'allarme e l'uomo è stato portato per alcuni accertamenti in ospedale. Secondo le poche informazioni al momento emerse l’uomo sarebbe un correntista che a causa delle difficoltà della banca avrebbe perso qualche milione di euro. Sul posto sono subito intervenuti i medici del Suem e i carabinieri. Il suo sarebbe stato un gesto dimostrativo per cercare di attirare l’attenzione mediatica sul dramma di chi ha perso ingenti quantità di denaro. L’uomo si trova ancora all’interno della banca impegnato in una trattativa con le forze dell’ordine e i vertici dell’istituto di credito.

Non è la prima volta che si verificano episodi simili. Già due anni fa un altro risparmiatore aveva provato a togliersi la vita con una siringa dopo aver chiesto di parlare con il direttore generale chiedendo la restituzione dei propri risparmi. Intanto Bakitalia ha confermato l’avvenuta cessione di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza a Banca Intesa e ha annunciato la nomia dei commissari liquidatori per i due istituti. Per entrambe le banche, si legge in una nota, è presente l’ex amministratore delegato di Popolare Vicenza, Fabrizio Viola. Per Popolare Vicenza i commissari sono Claudio Ferrario, Giustino Di Cecco e Fabrizio Viola. Per Veneto Banca sono stati nominati Alessandro Leproux, Giuliana Scognamiglio e Fabrizio Viola.

Commenti