Cronache

La truffa del gratta e vinci, ai clienti solo i biglietti perdenti

La scoperta dei carabinieri in una rivendita a Salerno. L'escamotage avrebbe consentito alla coppia di incassare circa 1,3 milioni di euro

La truffa del gratta e vinci, ai clienti solo i biglietti perdenti

Grazie a microscopi graffietti, praticamente invisibili a occhio nudo, riuscivano a risalire ai codici segreti dei “gratta e vinci”. Così, passavano all’incasso dei biglietti vincenti e lasciavano ai clienti della loro tabaccheria la delusione di acquistare tagliandi irrimediabilmente perdenti.

La truffa, però, è stata scoperta dai carabinieri che hanno denunciato i coniugi di Salerno che gestivano il punto gioco. Le ipotesi di reato sono quelle di falsificazione, frode in commercio, accesso abusivo al sistema telematico e truffa continuata in concorso tra loro.

Come riporta La Città di Salerno, a scoperchiare la presunta truffa sono stati proprio i carabinieri che hanno compiuto dei controlli insieme al personale del Monopolio di Stato in quel negozio così fortunato. Gli accertamenti dei militari avrebbero fatto emergere che erano stati alterati biglietti per un valore commerciale vicino ai 12mila euro e che il “gioco” dei due indagati sarebbe andato avanti addirittura del 2011. L’ammontare delle “vincite” indebitamente percepite dai due, comprensive dei diritti di percentuale per la vendita, è altissimo e sfiorerebbe la somma di 1,3 milioni di euro. I tagliandi alterati sono stati posti sotto sequestro.

Commenti