Economia

Scatta l'allarme Inps: "È in corso una truffa"

L'Istituto invita a non aprire email contenenti allegati ed a denunciare immediatamente i tentativi di truffa

Scatta l'allarme Inps: "È in corso una truffa"

Con un comunicato ufficiale diramato tramite il proprio portale, l'Istituto nazionale di previdenza sociale (Inps) ha voluto avvisare tutti i contribuenti di un pericoloso tentativo di truffa in atto nelle scorse ore, effettuato sfruttando proprio il nome dello stesso Ente. Un inganno ordito nel più tradizionale dei metodi utilizzati in genere dagli hacker per carpire i dati sensibili (quali informazioni personali, dati finanziari, password e codici di accesso di vario genere) degli utenti presi di mira, vale a dire il "phishing".

"L’Inps avvisa tutti i suoi utenti che sono in corso tentativi di truffa tramite e-mail di phishing che, sfruttando apparenti comunicazioni da parte dell’Istituto, invitano a scaricare bollettini di versamento precompilati o link cliccabili per ricevere il rimborso di contributi versati in eccesso", esordisce la nota.

Con una comunicazione fittizia da parte dell'Ente, i truffatori attirano l'attenzione dei meno esperti del web per aprirsi un varco e carpire le loro preziose informazioni personali. Non solo. Come spiegato nel comunicato, gli hacker riescono a far partire i messaggi dallo stesso indirizzo mail in genere utilizzato dall'Istituto, così da rendere ancora più credibile la comunicazione ai contribuenti. "Nei casi in corso viene utilizzato l’indirizzo mail DCBilanci@inps.it, che corrisponde alla casella di posta elettronica effettivamente in uso presso l’Istituto", si legge ancora sul portale dell'Ente."Si invitano le aziende e i contribuenti a diffidare di comunicazioni che propongano di scaricare eventuali allegati, in quanto finalizzate a sottrarre fraudolentemente dati anagrafici oppure relativi a conti correnti o a carte di credito". Scaricare l'allegato significa infatti spalancare ai truffatori le porte delle proprie informazioni personali salvate sul dispositivo elettronico. Per mettere ordine, l'Ente ribadisce che è possibile consultare tali informazioni direttamente sul proprio portale online, invitando tutti coloro che hanno subito la truffa a darne comunicazione. "Si ricorda, al riguardo, che le informazioni sulla propria posizione contributiva sono consultabili accedendo direttamente al sito www.inps.ite che l’Inps, per motivi di sicurezza, non invia mai comunicazioni di posta elettronica contenenti allegati da scaricare o link cliccabili", si legge in conclusione. "Per ogni necessità di assistenza si invita a contattare le sedi dell’Istituto".

Commenti