Udine, coppia aggredita da marocchini: 28enne pestato e rapinato

I giovani cercavano un posto in cui appartarsi, ma sono stati sorpresi dai due nordafricani: pestato a sangue, il ragazzo ha ricevuto una prognosi di 10 giorni in ospedale

Cercavano un po' di intimità, e per questo si sono introdotti in un edificio abbandonato sito nella zona di Santa Caterina (Udine) i due ragazzi aggrediti e rapinati la scorsa notte da due malviventi di nazionalità marocchina da tempo noti alle forze dell'ordine locali.

Secondo quanto riportato dai quotidiani locali, l'episodio si sarebbe verificato durante la notte tra lo scorso sabato 4 e domenica 5 gennaio in uno stabile di via Latisana, in zona villa Primavera.

È all'incirca mezzanotte quando le due vittime, una 26enne di Udine ed un milanese di 28 anni, decidono di appartarsi e di correre il rischio di introdursi all'interno di un edificio fatiscente, tra l'altro già noto ai cittadini per le cattive frequentazioni e segnalato alle autorità in più di un'occasione in passato.

Poco dopo il loro ingresso nello stabile, tuttavia, è scattato l'agguato da parte di due malviventi stranieri, due nordafricani senza fissa dimora che sono soliti occupare come riparo un container non distante dal luogo dell'aggressione.

Il 28enne è stato minacciato e poi pestato a sangue dai marocchini i quali, approfittando del fatto che la vittima fosse stordita, gli hanno portato via il telefono cellulare ed un portafoglio contenente circa 50 euro. Terrorizzata, la giovane udinese ha assistito impotente alla violenta aggressione subita dal compagno, ma è ben presto divenuta lei stessa il successivo obiettivo dei malviventi magrebini. La 26enne è pertanto fuggita dal posto, con alle calcagna i due nordafricani, intenzionati a raggiungerla ed a bloccarla prima che potesse chiedere aiuto.

Tutto inutile, dato che la giovane riesce a contattare telefonicamente le forze dell'ordine ed a raccontare quanto accaduto, indicando con precisione il luogo in cui si era verificata la violenta rapina. Comprendendo la situazione, pertanto, i due malviventi se la danno a gambe, mentre in breve giungono in via Latisana i carabinieri del nucleo radiomobile del comando di Udine.

I militari trovano il 28enne sanguinante e col volto tumefatto, quindi contattano immediatamente il 118 per richiedere l'invio di un'ambulanza sul posto. Ancora terrorizzata ed in lacrime, la 26enne racconta agli inquirenti ogni piccolo dettaglio dell'accaduto, fornendo loro preziose informazioni circa i responsabili. Dopo aver compreso di chi si doveva trattare, gli uomini dell'Arma hanno raggiunto il container occupato dai due marocchini, all'interno del quale hanno rinvenuto sia il cellulare che il portafoglio della vittima.

Riconosciuti dalle vittime, i due pregiudicati nordafricani, un 34enne ed un 21enne, sono stati arrestati con l'accusa di rapina aggravata e lesioni personali. Finito al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia, il 28enne è stato dimesso con una prognosi di 10 giorni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ItaliaSvegliati

Lun, 06/01/2020 - 16:49

Sicuramente immediatamente scarcerati con reddito di cittadinanza....

baronemanfredri...

Lun, 06/01/2020 - 17:06

QUANTO MI INCAZZO CHE ITALIANI VENGONO AGGREDITI A CASA NOSTRA E MANCA SEMPRE LA RAPPRESAGLIA. VERO BOLDRINI CHE STAI ZITTA DOPO CHE HAI VISTO CONCLUSO IL TUO PROGETTO DI INVASIONE? E GLI SxxxxxI DI SINISTRA DEL PD DELLA CGIL DELL'ARCI E DELL'ANPI NON DICONO NIENTE? MAGARI QUESTI VOTANO SINISTRA. LURIDI CESSI

Ritratto di Neelixx

Neelixx

Lun, 06/01/2020 - 17:09

SBAGLIATO APPARTARSI IN POSTI NON SICURI E SBAGLIATO TENERE IN ITALIA QUESTA FECCIA.

Reip

Lun, 06/01/2020 - 17:11

Adesso i vostri bravi giudici di merxx assegneranno ai virulenti nord africani casa popolare e reddito di cittadinanza... Schifosi...

er_sola

Lun, 06/01/2020 - 17:34

Liberalizzare la vendita delle armi, abbiamo il diritto di difenderci.

routier

Lun, 06/01/2020 - 17:36

Secondo qualcuno (che è meglio non nominare) i due marocchini in questione con il loro "lavoro" dovrebbero contribuire a pagarci le pensioni. Peccato che la buona educazione non consenta il linguaggio da trivio, altrimenti...!

Malacappa

Lun, 06/01/2020 - 17:44

Ma sto ragazzo di 28 anni non sa che esistono alberghi a ore piu' sicuri e comodi

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 06/01/2020 - 18:19

oramai notizie di ordinaria routine..ma non auguro a nessuno di provarle sulla propria pelle.

lorenzovan

Lun, 06/01/2020 - 18:25

appartarsi in un edificio fatiscente ..conosciuto come sede di spaccio ??? lololo..ma raccontatele meglio le favole..queste non fanno dormire..fanno ridere

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Lun, 06/01/2020 - 18:40

Prima o poi qualcuno reagirà contro marocchini e africani violenti. Dovrebbero reagire all'interno delle proprie comunità. Troppi sono gli extracomunitari violenti, e non si fa niente per fermarli. Marocco e Tunisia sono due Paesi ricchi dove la classe dirigente vive nel lusso e nella sicurezza. Eppure continuano ad arrivare in Italia, da questi due Paesi, moltissimi giovani, non sempre con buone intenzioni.

seccatissimo

Lun, 06/01/2020 - 18:47

Sorry. Vecchio commento a altra notizia, rimasto in memoria per sbaglio.

Ritratto di filospinato

filospinato

Lun, 06/01/2020 - 18:50

Ai due marocchini un foglio di via per Sanremo

Boxster65

Lun, 06/01/2020 - 19:15

Già me li vedo assolti e con tanto di scuse a nome della nazione in diretta a reti unificate pronunciate dal nostro valente Premier!

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 06/01/2020 - 19:18

Però, il CDX, alle prossime elezioni, non potrà ancora raccontare che rimpatrierà 600.000 irregolari, se non preciserà come, in modo credibile.

corto lirazza

Lun, 06/01/2020 - 19:20

Questo succede ad entrare in casa d'altri. Gli edifici abbandonato sono pieni di clandestini.

Algenor

Lun, 06/01/2020 - 19:25

Sono le risorse che il Papa e i sinistri ci chiedono di accogliere: non possiamo certo essere razzisti verso queste popolazioni pacifiche e laboriose provenienti da un continente ricco di civiltà...

Yossi0

Lun, 06/01/2020 - 19:35

suvvia, non sono rapinatori ma difensori dei valori morali dell'islam; infatti, la fornicazione è vietata porta all'inferno, e i peccatori meritano una punizione corporale per purificarsi ... per il magistrato è sufficiente per liberarli subito. Dimenticavo nei paesi islamici regna la purezza e questi comportamenti sono sconosciuti ...

Ritratto di niki 75

niki 75

Lun, 06/01/2020 - 19:57

Legislatori, leggi e giudici di parte hanno reso l'Italia un luogo di richiamo per tutti i delinquenti stranieri. Infatti, anche se arrestati, questi due torneranno subito in libertà, per poter, con maggiore protervia, continuare a delinquere.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Lun, 06/01/2020 - 20:03

Questa gentaglia viene pure difesa. Ci sarà qualche giudice che li scagionerà e magari gli fa avere un risarcimento. Che Paese!

ziobeppe1951

Lun, 06/01/2020 - 20:41

PERG ...18.25...raccontaci di quella volta che la polizia ti ha fatto aprire il baule della macchina....

Capricorno29

Lun, 06/01/2020 - 21:31

Portateli alla grande buonista sinistrosa che dice che queste sono risorse...’’

lappola

Lun, 06/01/2020 - 22:06

E i due marocchini sono stati liberati in fragrante, insigniti della assoluzione d'onore, inseriti nella corsia preferenziale per il diritto alla casa, al mantenimento, al sussidio ed alla ricongiunzione con i familiari. Questa è l'Italia .

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 07/01/2020 - 00:05

Ormai per i giudici è diventato un gioco a chi è più furbo. Diranno che avrebbe dovuto spendere un centinaio di euro ed appartarsi in un albergo. Visto l'avarizia della coppietta, da ragione ai marocchini, come se fosse veramente un gioco.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 07/01/2020 - 00:07

Lo sapete quella storiella, che dice che in Africa ogni giorno un gazzella quando si sveglia deve correre più forte del leone....... Ecco oggi cosa è diventata l'Italia, una competizione tar stranieri e civili italiani. Il giudice applaude il vincitore.

Algenor

Mar, 07/01/2020 - 02:49

Civis - Lun, 06/01/2020 - 19:18, se venissero rinchiusi in centri di detenzione in attesa di espulsione, anche rimanendovi anni, allora molti clandestini se ne andrebbero via da soli per evitare di finirci.

rino34

Mar, 07/01/2020 - 04:08

Bisogna capirli, è colpa dell'Italia che non gli fornisce casa, lavoro, auto ed altri benefit che loro come nuova forza lavoro della nuova italia hanno diritto di ricevere. Per cui erano pienamente autorizzati ad agire così. Si svegliassero a Roma e gli concedessero subito permesso di soggiorno provvisorio e reddito di cittadinanza così che possano prendere una casa in affitto.

ginobernard

Mar, 07/01/2020 - 09:45

"due malviventi di nazionalità marocchina da tempo noti alle forze dell'ordine locali" ah beh allora ...

ulio1974

Mar, 07/01/2020 - 10:04

LA BOLDRINI CHE DICE?????