Muore in ospedale, poi la scoperta: "Vaccinata con 4 dosi"

La donna è deceduta dopo un ictus in ospedale. I figli ai carabinieri: "Aveva già ricevuto Pfizer a Marzo, ma le hanno fatto pure Moderna"

Donna vaccinata 4 volte muore a Pavia
Donna vaccinata 4 volte muore a Pavia

Vaccinata per “sbaglio“ con 4 dosi è morta a 81 anni nel suo letto del reparto di neuro-riabilitazione dell’Istituto Maugeri di Pavia. L’anziana era stata ricoverata a metà aprile dopo un ictus e solo poche ore prima che morisse i due figli hanno scoperto che è stata vaccinata contro il Covid durante il ricovero alla Maugeri. In reparto la paziente era stata vaccinata con due dosi di Moderna: la prima il 26 maggio e la seconda dose il 5 luglio. Peccato che, come denunciato alla procura dopo la morte, l’anziana avesse già ricevuto due dosi di Pfizer con concocazione il 4 e il 25 marzo.

La denuncia

Scoprendo la quadrupla vaccinazione la famiglia ha presentato la denuncia ai carabinieri della stazione di Pavia. Da qui il fascicolo aperto in procura dal sostituto procuratore Valeria Biscottini che ha subito disposto l’autopsia da eseguire lunedì 2 agosto alle 8.30 all’istituto di Medicina Legale dell’Università di Pavia. L’avvocato Fabrizio Gnocchi, che segue la famiglia, ha precisato come è nell’interesse della comunità “far chiarezza sulle cause del decesso della signora“. La procura dovrà così capire se esiste “nesso causale“ tra le 4 dosi di vaccino inoculate per sbaglio e il conseguente peggioramento delle condizioni di salute dell’anziana.

La disperazione dei figli

"Non siamo stati informati della seconda vaccinazione contro il Covid - hanno spiegato i figli della donna morta tramite l’avvocato Gnocchi -. L’abbiamo trovando una carta nel comodino vicino al letto di mia madre in ospedale". L’anziana il 2 aprile aveva avuto l’ictus ed era stata ricoverata allo stroke-unit del Policlinico San Matteo e poi trasferita all’Istituto Maugeri per la riabilitazione. La Procura di Pavia ha chiesto la cartella clinica della donna per verificare se all’interno della stessa fosse stato indicata l’avvenuta vaccinazione con Pfizer e la relativa registrazione delle prime due dosi sul portale della Regione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti