Le ipotesi per il piano vaccino: "Ecco per chi scatta l'obbligo"

Il direttore generale dell’Agenzia nazionale dei farmaco ha spiegato per quali categorie sarà obbligatorio il vaccino e come potrebbe avvenire la sorveglianza quando verranno somministrate le dosi

Il vaccino contro il Covid sarà obbligatorio in Italia? No, o per lo meno non lo sarà per tutti. Ad affermarlo è stato il direttore generale dell’Agenzia nazionale dei farmaco, Nicola Magrini, intervenuto all'evento periofico Un vaccino per tutti al Festival di Ferrara Internazionale, che quest'anno a causa del coronavirus si è svolto online. "L'obbligatorietà è un meccanismo delicato che va riservato solo in casi estremi, come al personale sanitario e al personale delle Rsa, ma deve essere usato con molta cautela perché occorre stimolare invece la responsabilità e la fiducia individuale fornendo informazioni adeguate", ha affermato Margrini.

L'impegno dovrà essere massimo da tutte le parti, affinché la campagna vaccinale porti ai risultati sperati, ai quali ora ci si aggrappa per chiudere definitivamente la parentesi coronvirus nel mondo. Margrini ha esposto un piano che appare molto ambizioso ma che se realizzato potrebbe portare al successo su larga scala. L'idea del direttore generale dell’Agenzia nazionale dei farmaco è quella di esportarlo in tutta Europa, promuovendo una sorta di modello italiano a livello internazionale che sfrutti la tecnologia a suo vantaggio: "Per quanto riguarda l'Italia, ma cercheremo di promuoverla a livello europeo, stimoleremo una farmaco-vigilanza attiva, cioè ad hoc, con strumenti alcuni innovativi che useranno una app di localizzazione su vaccinati che lo desidereranno". L'imposizione dell'obbligatorietà del vaccino per tutti non è una strada percorribile per Magrini. Secondo lui funzionerebbe meglio una campagna di sensibilizzazione e di responsabilizzazione. Affinché i cittadini si sentano sicuri e stimolati a sottoporsi al vaccino, è necessario dare le necessarie garanzie di afidabilità: "Negli ultimi 20 anni abbiamo ragionato di responsabilità individuale, la certezza che i vaccini siano adeguatamente studiati è la strada migliore. Questa epidemia è servita a rafforzare valori comuni come la solidarietà, non credo che ci abbia diviso e non trovo per nulla adeguata la metafora della guerra".

Nicola Magrini assume un atteggiamento positivo e ottimistico, offrendo un punto di vista insolito dell'emergenza italiana: "L'epidemia ha mostrato gli aspetti più alti delle persone, della ricerca e della politica che di nuovo ha preso interesse per il multilateralismo e non solo: ha rafforzato i sistemi sanitari pubblici e ha di nuovo convinto l'opinione pubblica che serva più pubblico e più investimenti pubblici". Ben 45 sono in fase di sperimentazione e ben 3 "ormai alle fasi conclusive di studi clinici randomizzati di ampie dimensioni su diverse decine di migliaia di pazienti".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

sbrigati

Dom, 22/11/2020 - 17:04

Spero ardentemente lo rendano obbligatorio per i parlamentari e burocrati vari senza i quali l'Italia andrebbe in rovina.

Nes

Dom, 22/11/2020 - 17:21

Speriamo che esce presto questo vaccino o vaccini perché sino a quando non saranno sul mercato ci sarà sempre il covid -19 in azione, ormai é inevitabile..., poi che qualcuno non lo fa sicuramente non si infetterà.

Sceitan

Dom, 22/11/2020 - 17:21

Inizi a farlo lui e famiglia. Tra qualche anno, se non ci saranno complicazioni, potra' chiedere, non pretendere, che lo facciano gli altri. L'altro cialtrone di Bill Gates, pur volendo l'obbligo per tutti, non ha mai fatto un vaccino in vita sua. Ne lui ne la sua famiglia. Noi siamo piu' fessi di lui?

Jon

Dom, 22/11/2020 - 17:23

OBBLIGO x CHI??? Vogliono la Guerra Totale?? Obbligo ai membri del CTS, Parlamernto, Sanita', Protezione CIvile, Giornalisti e dipendenti RAI , cioe' tutti gli UNTORI del SETTORE ...Poi aspettiamo un anno per verificare ...

Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Dom, 22/11/2020 - 17:41

Obbligo?? Questa è DITTATURA SANITARIA! Il vaccino non può in alcun modo essere obbligatorio!

manson

Dom, 22/11/2020 - 17:47

Giusto per il personale delle RSA da marzo hanno chiuso fuori i parenti per timore di contagi e adesso che le rsa sono messe peggio di marzo chi ce l’ha portato? Il personale. Se non vogliono vaccinarsi licenziati

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 22/11/2020 - 17:48

Se poi il vaccino ha effetti collaterali anche pericolosi, anche a distanza di tempo, come la mettiamo?

Gianni1964

Dom, 22/11/2020 - 17:51

@sceltan:sei tu il fesso e quelli come te che credono ai complotti,io personalmente nessun problema a farlo appena l'agenzia del farmaco l'autorizza,poi ci sono quelli come te che non lo faranno e vorranno essere curati se si ammalano...siete ridicoli e pericolosi

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 22/11/2020 - 17:53

Per sapere se un vaccino è sicuro al 100% ci vogliono anni e nel frattempo chi si è fatto vaccinare potrebbe vedersi sviluppare nel proprio corpo effetti collaterali inimmaginabili.

cgf

Dom, 22/11/2020 - 17:56

Come creare dimissioni in massa, che massa di… 'mancanti'