Ventimiglia, trovato in mare il cadavere di un migrante africano

Lo hanno trovato ieri sera alcuni passanti. Il corpo galleggiava a pochi metri da riva: non vi sono segni di violenza, si pensa ad una morte per annegamento

Ventimiglia, trovato in mare il cadavere di un migrante africano

Il corpo senza vita di un africano di circa 35 anni è stati trovato ieri sera a Ventimiglia, sulla riviera ligure di Ponente nei pressi del confine con la Francia. Quasi sicuramente si tratta di uno dei molti migranti che da anni affollano la località costiera nel tentativo di passare con ogni mezzo la frontiera transalpina.

Alcuni passanti hanno rinvenuto il cadavere fra le onde, davanti al lungomare cittadino, verso le ore 20 riferisce il quotidiano locale Riviera24. Quindi hanno chiamato il 112, che ha fatto intervenire gli uomini dell'Arma dei carabinieri e della Guardia costiera. Dai primi rilievi si ritiene che il corpo dell'uomo, ormai in stato di decomposizione, potesse aver galleggiato in acqua per qualche giorno.

Sul cadavere, vestito solo con i pantaloni della tuta, una giacca e le scarpe, non sono stati trovati documenti che ne consentissero l'identificazione. Il corpo del giovane africano non sono stati notati segni di violenza: un dettaglio che lascia pensare ad una morte avvenuta per annegamento.

Si ritiene infatti possibile che l'uomo possa essere caduto in mare oppure possa aver tentato di entrare clandestinamente in Francia a nuoto. Il cadavere è stato messo a disposizione dell'autorità giudiziaria competente per i rilievi del caso.