Cronache

Vento e feriti: il Sud fa la conta dei danni della tempesta di Santa Lucia

Una tromba d'aria ha colpito Lauria ferendo sei persone di cui una in gravi condizioni. Nottata di tempesta in Sicilia con raffiche di vento ad oltre 100 Km/h e numerosi danni a Palermo. Le Eolie sono isolate

Vento e feriti: il Sud fa la conta dei danni della tempesta di Santa Lucia

La tempesta di Santa Lucia è passata ma ha lasciato dietro di sè un'enorme scia di danni legati soprattutto al vento che ha soffiato con raffiche superiori ai 100 Km/h.

Se al Nord la caduta della neve in città non ha creato particolari problemi se non di ordinaria amministrazione legata alla circolazione stradale, la situazione è stata ben diversa al Sud con numerosi danni e persone ferite.

Tromba d'aria a Lauria

Sei feriti, di cui uno grave, è il bilancio dello scoperchiamento di una parte del tetto del Palazzetto dello sport "Alberti" di Lauria, in provincia di Potenza a causa di una tromba d'aria. Gravissima una donna di 28 anni che è stata prontamente trasportata al vicino ospedale di Lagonegro e sottoposta ad intervento chirurgico. Le persone ferite, tutte di giovane età, sono state travolte o colpite dai pezzi e dai detriti del tetto volato giù su una palestra adiacente il palazzetto. A Lauria sono caduti pure diversi alberi. Per oggi è stata disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

Tempesta di vento a Palermo

E' stata una notte di inferno sul capoluogo siculo a causa della tempesta di vento che ha colpito la città: alberi abbattuti, tegole divelte, cartelloni caduti al suolo e diversi gazebo distrutti, è questo il bilancio di una notte di maltempo che ha provocato diversi danni. Sono stati oltre 120 gli interventi dei Vigili del fuoco che sono ancora al lavoro. "È stato un inferno", hanno dichiarato. A Mondello, numerosi alberi sono caduti sulle auto e sulle abitazioni costringendo numerose famiglie a non poter uscire da casa. Il vento non ha risparmiato nessuna zona della provincia dove la caduta di grossi tronchi ha provocato la chiusura di numerose strade provinciali tuttora non percorribili.

Isole Eolie isolate

Da ieri, sono interrotti i collegamenti marittimi con Stromboli, Ginostra, Panarea, Alicudi e Filicudi a causa delle condizioni del mare che ha raggiunto forza 7 con onde alte fra i 6 ed i 9 metri. Paura soprattutto a Ginostra dove il mare in tempesta ha distrutto i pontili e fatto volare in mare cassonetti e rifiuti. I residenti hanno lanciato l'allarme: "In caso di eruzione del vulcano, noi saremmo bloccati nell'isola".

Danni in Calabria

Disagi soprattutto su tutta la fascia costiera tra Catanzaro e Crotone con danni alla pubblica illuminazione ed ai cartelloni pubblicitati spazzati via dal vento. Numerose le arterie stradali chiuse a causa di allagamenti ed alberi abbattuti come la strada statale "Delle Serre Calabre".

Il maltempo non ha risparmiato nemmeno le altre regioni del Centro-Sud: Roma è stata colpita da un nubifragio ed il forte vento, anche qui, ha provocato la caduta di numerosi alberi ed oltre 150 interventi della polizia locale. Tra le 18 e le 19 un'autentica bomba d'acqua ha colpito la città di Napoli mandando in tilt la circolazione e provocando numerosi allagamenti. In serata, numerosi disagi anche sulla linea alta velocità Roma-Firenze per un guasto elettrico dovuto al maltempo che interessava la zona. I passeggeri sono rimasti fermi anche per un tempo superiore ai 180 minuti.

Fortunatamente, la fase critica è ormai archiviata: condizioni stabili da questa mattina interessano gran parte dell'Italia, residuo maltempo è in atto soltanto sul basso Tirreno ma anche su quelle aree il meteo è destinato rapidamente a migliorare. Al Nord ed al Centro splende il sole e le temperature sono in graduale ripresa.

Domenica sarà una giornata in prevalenza stabile ovunque con un po' di nuvolosità soltanto sulle zone tirreniche tra Liguria, Toscana e Lazio. La settimana prossima si aprirà con clima mite e temperature sopra le medie stagionali ma potrebbero tornare presto le piogge: una nuova perturbazione da ovest si avvicinerà già da lunedì soprattutto al Nord e sulle regioni tirreniche con un aumento delle nubi e qualche precipitazione. Ancora bello e soleggiato al Sud e sulla Sicilia.

Commenti