Lo straniero non dà i documenti. Ma fanno verifiche sull'agente

Prima la rissa, poi il cubano deride gli agenti. Ma il poliziotto è accusato di razzismo. Salvini: "Tutti rispettino le regole"

Continuano a far discutere le immagini dell'agente di polizia di Vicenza che, per fermare un giovane cubano che si rifiutava di farsi identificare dal pubblico ufficile e tentava la fuga, lo placca alle spalle. L'imperante buonismo della sinistra social italiana non ha perso tempo a gridare al razzismo, stigmatizzando il comportamento del poliziotto, il quale si è attenuto ai suoi obblighi per garantire la pubblica sicurezza ed è oggetto di una verifica da parte per accertare che la sua condotta sia stata regolare.

I fatti sono stati ricostruiti dal questore di Vicenza sulla base dei verbali e del video che in poche ore è diventato virale sui social. Gli agenti si sarebbero trovati in servizio in centro per sedare una rissa. Ad assistere allo scontro c'era un gruppo di giovanissimi che avrebbe deriso e irriso gli uomini della polizia di Stato, che chiedevano loro di allontanarsi per evitare assembramenti. Lo scherno continuo agli agenti in divisa da parte dei ragazzi ha portato gli stessi a chiedere le generalità e i documenti ai presenti, ricevendo il rifiuto di identificazione da parte del ragazzo cubano. I due poliziotti hanno chiesto diverse volte al 21enne di mostrare loro i documenti e di salire sulla volante per effettuare il riconoscimento in questura, ma il giovane straniero si è allontanato da loro, costringedoli al fermo.

A quel punto gli amici del cubano hanno iniziato a gridare contro i due pubblici ufficiali e a intralciare le operazioni di fermo. L'azione del gruppo ha permesso al cubano di divincolarsi dalla presa del poliziotto e di scappare in bicicletta. Una fuga durata poco, perché interrotta da un'altra volante. Il ragazzo verrà processato oggi per direttissima per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. "Un episodio che non ha connotazioni razziste . Ma, se accertate, eventuali responsabilità dell'agente potrebbero essere sanzionabili", ha dichiarato il questore di Vicenza, Antonino Messineo, che ha aperto un'indagine interna.

Intanto, il cubano si trova attualmente agli arresti domiciliari e in attesa di processo. Questo episodio ha scatenato anche i centri sociali. Una quarantina di attivisti dei centri sociali si sono riuniti davanti al Tribunale di Vicenza in contemporanea all'udienza direttissima per la convalida del fermo, per protestare contro i metodi della polizia. Sulla stessa linea è il candidato del Partito Democratico alle regionali del Veneto, Arturo Lorenzoni: "Non c'è mai giustificazione alla violenza". Di diverso avviso è Matteo Salvini, che si schiera al fianco delle forze dell'ordine nel loro difficile compito sul territorio: "Vicenza, deride gli agenti, rifiuta l’identificazione e gli amici filmano. Se un poliziotto ti chiede i documenti o ti impone l’ALT in macchina, se non hai nulla da temere tu gli fai vedere i documenti o ti fermi. Punto. Altro che RAZZISMO, le regole ci sono e vanno rispettate da tutti, bianchi o neri che siano".

Al termine del processo per direttissima, il giudice ha confermato l'arresto per il giovane 21enne, confermando l'accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La prossima udienza con il rito alternativo per direttissima sarà il prossimo 18 settembre. Soddisfazione da parte di Es Polizia per la decisione del giudice: "Accogliamo con soddisfazione la convalida dell'arresto del giovane che ieri a Vicenza si era intromesso nel lavoro di una volante, intervenuta per sedare una rissa e che, in conseguenza di ciò, gli aveva chiesto di farsi identificare, così come previsto dalla normativa. Il ragazzo aveva cercato di allontanarsi, obbligando gli operatori a bloccarlo, al che aveva reagito violentemente". Vincenzo Chianese, segretario generale Es Polizia, allontana tutti gli accostamenti del fatto di Vicenza alla vicenda di George Floyd: "Appare incredibile ed assurdo fare parallelismi con il povero George Floyd, che per otto minuti è stato costretto a terra con un ginocchio sul collo, o parlare di un inesistente tentativo di strangolamento del giovane, ma anche solo di aggressione da parte del poliziotto".

Chianese si allinea al questore di Vicenza e rimanda al mittente qualunque accusa di razzismo, rivendicando l'impegno dei poliziotti nella lotta al crimine sul territorio con imparzialità. Positiva anche la reazione all'annuncio che sarà condotta un'indagine interna per verificare la correttezza dell'operato dell'agente: "Ben venga l'indagine interna disposta dal questore, la polizia di stato è una casa di vetro che non ha nulla da nascondere ma è inaccettabile il solito tritacarne mediatico cui viene regolarmente esposto ogni donna ed uomo in divisa prima che siano verificati i fatti, quasi che ci fosse verso i tutori dell'ordine una sorte di 'presunzione di colpevolezza'". A tal proposito, chianese insiste sul fatto che andrebbero puniti i tentativi di screditare gli agenti nel caso specifico, avendo il poliziotto fatto il suo dovere di tutore dell'ordine pubblico. "Si rischia altrimenti che a subire razzismo siano donne e uomini in divisa, sempre nel mirino ad ogni passo", sottolinea il segretario generale, che fa notare come gli amici presenti, invece si portarlo al ragionamento e convincerlo a mostrari i documenti, lo esortassero a scappare. Chianese fa notare che in quel momento i poliziotti rappresentavano lo Stato italiano: "Smarrire il senso dello Stato è una deriva che può essere molto pericolosa e che deve essere fermata subito".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ITA_Chris

Mer, 12/08/2020 - 13:14

Storie incredibili. So sottraggono al riconoscimento e vogliono aver ragione. Mi spiace che le pene italiane non siano né certe né severe.

GINO_59

Mer, 12/08/2020 - 13:14

Razzismo? Si. Si tratta proprio di razzismo. Non è giusto, non è normale che si perseguiti chi fa il proprio dovere (agente) a discapito di chi, obbligato dalla legge, deve, ripeto deve, esibire i documenti. Galera a chi perseguita l'agente. Il buonismo falso e peloso è razzismo nei nostri confronti. Finirà la Dittatura rossa!

lorenzovan

Mer, 12/08/2020 - 13:18

beh..se le cose sono come riportate ..non posso che condovidere l'operato dei poliziotti..come sonocontro la violenza gratuita polizi«esca ..sono contro la mancanza di rispetto alle nostre leggi e all'operato corretto delle forze dell'ordine..e chjiedre vi documenti e' un comportamento corretto..il rifiutarsi non lo e'

jaguar

Mer, 12/08/2020 - 13:24

Non c'è da stupirsi, siamo in Italia, meta preferita dai delinquenti di mezzo mondo. Il nostro paese offre a costoro grandi opportunità di lavoro e alte probabilità di farla franca, meglio di così.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Mer, 12/08/2020 - 13:25

Povera Italia, in che mani è capitata. Viva la Polizia e tutte le Forze dell'Ordine. Cordialita'

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 12/08/2020 - 13:27

L'italia a rovescio...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/08/2020 - 13:30

l'odio della sinistra sulla polizia è ben evidente, ma i babbei comunisti grulli continuano a non comprendere i danni che stanno facendo, dando i voti alla sinistra (che ovviamente comprende il M5S)! non solo, ma continuano ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, a criticare e insultare berlusconi, salvini, meloni, che sono gli unici a voler difendere l'italia, la polizia, e gli italiani!!

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Mer, 12/08/2020 - 13:32

Forse il cubano non voleva mostrare i documenti per rispetto della sua privacy, per questo l'agente è indagato... il cubano è scappato dal socialismo di Castro, dobbiamo capirlo... potrebbe essere che se esce il suo nome a Cuba i suoi parenti se la passerebbero male perché il socialismo è terribile; per questo va combattuto!

igiulp

Mer, 12/08/2020 - 13:33

Salvini, ti sbagli. Doveva essere l'agente a far visionare i propri documenti alla risorsa. Patente, tessera sanitaria, carta bancomat, santini vari, amuleti, ecc.ecc. Poi, poteva procedere al fermo. Sempre che la risorsa non si sia spazientita nel frattempo.

arilibellula

Mer, 12/08/2020 - 13:34

"Arturo Lorenzoni: "Non c'è mai giustificazione alla violenza"" tranne quando fatto da: sinistrorsi e risorse, in quel caso è leggittma, vero? E come lo fermavano il cubano: dicendo "scusa puoi fermarti?"

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mer, 12/08/2020 - 13:34

Vicenza non e` la Florida ! Terra prediletta dei cubani

ziobeppe1951

Mer, 12/08/2020 - 13:39

Non so se ridere o piangere

lavitaebreve

Mer, 12/08/2020 - 13:39

TUTTI I GIORNI SI PARLA DI STRANIERI CHE COMMETTONO REATI GRAVISSIMI CONTRO GLI ITALIANI. NESSUNO PARLA DI RAZZISMO. QUANDO SUCCEDE QUALCOSA A UNO STRANIERO , LA PAROLA RAZZISMO ESCE FUORI IN MENO DI UN SECONDO. COME MAI ? MA SOPRATTUTTO , COSA È IL RAZZISMO ?

Nes

Mer, 12/08/2020 - 13:42

Ecco come si disperde la sicurezza di una nazione (solo in Italia succedendo questi eventi). A questo punto dite come si devono comportare le forze dell'ordine (dategli le regole d'ingaggio e che non siano solo inquisitorie come accede da sempre) o meglio direi come si devono sottomettere alle richieste violente dei migranti, così si regolano in conseguenza in forza alle leggi oggi inesistenti, é é chiamato a deliberare a favore dei tutori dell'ordine non lo fa. In Italia oggi esiste una razzismo fascismo all'inverso e o fatti lo dimostrano. Così si devasta la sicurezza di un popolo per mano del partito dell'anti polizia

agosvac

Mer, 12/08/2020 - 13:43

Vorrei che il Questore fosse più esplicito: quali sarebbero le eventuali responsabilità dell'agente??? In Italia ed il Questore lo dovrebbe sapere bene, c'è l'obbligo dell'identificazione in caso di schiamazzi e derisione da parte di chiunque nei confronti di un agente di Pubblica Sicurezza. Piuttosto vorrei sapere come mai questo ragazzo cubano sia ai domiciliari dopo avere offerto resistenza ad un pubblico ufficiale: dovrebbe , quanto meno, essere agli arresti in Caserma. Dimenticavo: Cuba è più o meno ancora comunista come parte dei magistrati e tutti i PD. Comunque credo si cominci davvero a scherzare col fuoco: non si può continuare a deridere i poliziotti e farla franca, si rischiano problemi molto seri.

UgoFoscolo

Mer, 12/08/2020 - 13:45

Basta con la violenza alla Polizia. Troppe carote, passate al bastone. Che cavolo ci fanno dei perdigiorno stranieri in centro a Vicenza? Rompono gli zebedei: a casa loro, a Cuba, prova a guardare male un poliziotto e vedi che ti succede.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 12/08/2020 - 13:53

Sono senza parole. Indignato. Komunismo,il male assoluto.

killkoms

Mer, 12/08/2020 - 13:54

I soliti sinistri!

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mer, 12/08/2020 - 13:55

Il razzismo viene spesso giocato come se fosse un jolly da buttare giù quando mancano altre carte. Razzismo razzismo razzismo! Poi la presunta vittima in genere ha avuto dei comportamenti illeciti o criminali che cerca di far passare in secondo piano. Esiste solo razzismo razzismo razzismo! Se ne tornassero da dove sono venuti sarebbe molto meglio, almeno per alcuni...

sullarivadelfiume

Mer, 12/08/2020 - 13:57

Saranno sempre di più, ogni giorno e ogni giorno di più. I Diktat sono quelli della cupola massonica queer-femminista delle università americane, prezzolata da Soros. Umiliare, ridurre all'impotenza e all'incapacità di difendersi, e infine disintegrare l'uomo bianco occidentale cisgender "eteronormativo" con la sua civiltà. I fantocci al potere in Europa ubbidiscono all'agenda di una volontà che li sovrasta e di cui intendono l'obiettivo solo a sprazzi.

QuasarX

Mer, 12/08/2020 - 13:58

diamo loro almeno una ragione per continuare ad urlare al razzismo mentre i centri sociali possono andare a dimostrare anche a cuba intanto

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 12/08/2020 - 14:02

Lorenzone carissimo 13e18, oggi scrivi che "il rifiutarsi non lo e" Mi sa che nevichera in Portogallo, perche sempre sei dalla parte politica di quelli che sostengono i RIFIUTATORI!!!! jajajajajajaja.

Ritratto di Lissa

Lissa

Mer, 12/08/2020 - 14:05

Hanno rotto i cosi detti con questo razzismo, se il fenomeno che non ha voluto esibire i documenti taccia di razzismo gli agenti, che se ritorni a Cuba dove c'è libertà e non razzismo.

Ritratto di HARIES

HARIES

Mer, 12/08/2020 - 14:08

Indagare meglio, il Magistrato deve accertare eccessi di zelo e punire chi ha sbagliato. Il sindacato della Polizia faccia sentire la sua voce con fermezza.

Giorgio5819

Mer, 12/08/2020 - 14:09

Risultati da programma comunista di degrado sociale.

Malacappa

Mer, 12/08/2020 - 14:10

Il cubano vada a cuba a deridere gli agenti poi vediamo quello che succede

ekat

Mer, 12/08/2020 - 14:11

Un conto sono gli abusi di potere, che nessuno giustifica, altro è schernire le Forze dell’ordine, sottrarsi ai controlli e opporre resistenza. Poliziotti, carabinieri, guardie di Finanza, guardie carceriere, rappresentano innanzitutto lo Stato, ma in secondo luogo sono dei lavoratori. Fortunatamente, la maggior parte dei cittadini si comporta in modo civile e collaborativo. Ma immaginatevi cosa sarebbe la giornata di un poliziotto se tutti si comportassero come il ragazzo cubano. Per quanto riguarda l’accusa di razzismo, non può diventare un alibi per giustificare condotte inaccettabili.

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Mer, 12/08/2020 - 14:14

Il cubano? A Cuba deve ritornare.. Per andare a Cuba,serve il passaportoooooooooooooooo! E questo cosa sta a fare in Italia? Il mantenuto a colazione,pranzo e cena e assistenza sanitaria gratis! Questi individui una volta che sono stati tarati mentalmente e in questo caso si vede che npon e' attento alle regole di civile situazione,si prende e si rimanda a casa a Cubaaaaaaaaa!

Calmapiatta

Mer, 12/08/2020 - 14:14

Ma in un paese in cui un ministro dell'interno, simpatico o antipatico poco conta, viene mandato a processo solo perchè pretende il rispetto della legge e delle regole, cosa vi aspettate? Carola Rakete ha intenzionalmente speronato una imbarcazione delle Forze dell'Ordine ed è volata via libera come il vento. Lo capite che siamo agli sgoccioli, vero?

Ritratto di Montagner

Montagner

Mer, 12/08/2020 - 14:16

Il buonismo del "pensiero unico": . . . . quello sì è razzismo! . . . . . Per il resto non ha senso commentare!

ROUTE66

Mer, 12/08/2020 - 14:19

Ho già commentato stamane il fatto.Ora una piccola chiosa. Un miliardario sceso dal suo aereo privato in SVEZIA non avendo la mascherina regolamentare (ma un tanga) alla richiesta di munirsi di mascherina si è RIFIUTATO,e subito arrestato. Anche li indagheranno il POLIZIOTTO,per aver fatto il suo DOVERE?

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Mer, 12/08/2020 - 14:19

Ci dobbiamo abituare ai fuori regola specie se stranieri sudati da una sinistra impudica e dai 5 stardust con il rovello nel cervello.Meglio far finta di niente e poi stangarli alle votazioni. Il No stango'il Pinocchio Fiorentino ora il No stanghera il piacente Pugliese, detto Giuseppi.

marinaio

Mer, 12/08/2020 - 14:19

Oggi, quando il tuo livello culturale è ai minimi termini, allora usi due paroline che risolvono tutte le tue frustazioni: fascista e razzista. Dopo che le hai dette ti senti finalmente realizzato!

paco51

Mer, 12/08/2020 - 14:19

prova a farlo con PUTIN . sentiamo da qui l'effetto! non amo la polizia per come si è comportata con noi italiani durante il COvid, ma va rispettata:!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 12/08/2020 - 14:19

Ma in che razza di stato stiamo vivendo in questi ultimi anni??Forse c'è pure una competizione fra PRESIDENTI per vedere chi è il peggiore.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 12/08/2020 - 14:21

Solitamente Sempre dalla parte della Polizia. Ora resta da capire per fare chiarezza, se il poliziotto puo' "usare" quella presa o meno. Il resto è solo FUFFA. Il tipo ( clandestino o meno, Italiano o Spagnolo) , quando un agente di PS chiede il documento, non si puo'' sottrarsi dal darlo.

zadina

Mer, 12/08/2020 - 14:24

Con la scusa del razzismo certi amministratori e funzionari hanno ridotto le forze dell'ordine a non potere operare contro qualunque che viola le leggi In qualunque modo, e cercano di ridicolizzare tutte le nostre brave e volenterose forze DELL'ORDINE che vanno incoraggiate e aiutate, ma i loro sforzi vengono neutralizzati da certi magistrati buonisti che mettono in liberta qualunque extracomunitario in 24 ore che processano, è un problema di legge oppure del magistrato buonista?....per evitare equivoci nella mia generazione mai nessuno ha fatto parte delle forze dell'odine CHIARO ?...

ROUTE66

Mer, 12/08/2020 - 14:24

RIUSCITE A VEDERE IL NESSO? La un miliardario borioso arrestato per non aver ubbidito alle forze del"ORDINE. Qua una denuncia al poliziotto perchè il GIOVANOTTO si rifiuta di mostrare i documenti. Chissà se al SUO PAESE avrebbe fatto altrettanto

Enne58

Mer, 12/08/2020 - 14:26

Ormai siamo all'apoteosi della mala legalità, naturalmente per certi personaggi è ok

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/08/2020 - 14:27

CALMAPIATTA lo capiremo presto, al primo squillo delle elezioni nazionali, poi, il botto lo sentiranno fin su marte :-)

routier

Mer, 12/08/2020 - 14:31

Rifiutare di esibire i documenti di identificazione ad un pubblico ufficiale di polizia è un reato e come tale DEVE essere sanzionato. Punto e basta! Se al cubano non piace, se ne torni al suo paesello. Nessuno lo rimpiangerà.

Yossi0

Mer, 12/08/2020 - 14:33

mi sembra giusto, come si permette l'agente di chiedere i documenti a un cittadino straniero, poi se africano allora gatta ci cova ... spero che il magistrato prenda seri provvedimenti

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Mer, 12/08/2020 - 14:35

Lo stesso comportamento degeneri, lo si fa in altre parti del mondo,per esempio a Cuba...cosa succede? Ti sbattono a pane e acqua in galera,e ti fanno anche pagare la colazione, il pranzo e la cena e la branda!

Ritratto di Adespota

Adespota

Mer, 12/08/2020 - 14:40

La difesa del cubano sosterrà che ha agito così perchè era un po'...fumato.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 12/08/2020 - 14:43

Lasciate stare le forze dell'ordine! Sono l'unica cosa che malgrado tutto funziona! Solo perchè hanno dello spirito di abnegazione, altrimenti potrebbero anche far finta di niente e tirare avanti.

Cheyenne

Mer, 12/08/2020 - 15:12

TUTTO SECONDO LE REGOLE PDIOTE

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 12/08/2020 - 15:33

mamma mia che paese siamo diventati. non a caso tutti i delinquenti di questo pianeta terra vengono in itaglia

ALEMAX52

Mer, 12/08/2020 - 15:37

lorenzovan@ deve fare molto caldo in portogallo.Non ci posso credere! hai postato qualcosa di sensato!!!!!!!

Anonimo51

Mer, 12/08/2020 - 15:51

Se alle forze dell'ordine non e' consentito di fare il proprio dovere, e' inutile esporle alla derisione del pubblico ludibrio. Troppo spesso in questo paese, in particolare da parte della magistratura, si dimentica che gli agenti sono pubblici ufficiale che non meritano di essere disonorati. Se si vuole continuare di questo passo, meglio lasciarli in caserma e lasciare il paese in mano agli stranieri delinquenti che, a conti fatti, hanno sempre ragione, con la conseguenza che i cittadini onesti si sentiranno estremamente sicuri e protetti.

frabelli1

Mer, 12/08/2020 - 16:07

Trovo vergognoso ed oltraggioso, deridere i nostri agenti e poi passarla liscia. Poi definire l’agente razzista perché ha chiesto i documenti e il cubano lo derideva rifiutando di mostrali, è ASSURDO. Una volta se uno non mostrava i documenti perché non li aveva, veniva portato in caserma per l’identificazione, ora coi i clandestini e con gli stranieri è l poliziotto che deve giustificarsi? Ma in che paese da terzo mondo viviamo? È assurdo e vergognoso il solo pensare di investigare il poliziotto.

aldoroma

Mer, 12/08/2020 - 16:08

Questa è pura follia... Ma La Ministra????

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Mer, 12/08/2020 - 16:27

Di che stupirci: è la logica demenziale della sx.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 12/08/2020 - 16:31

Il questore, prima di diventarlo e stato anche lui poliziotto, quindi difenda il suo collega,altrimenti dia le dimissioni e vada a lavorare a Cuba!!! AUGH.

Fjr

Mer, 12/08/2020 - 17:36

Se uno scappa davanti ad un pubblico ufficiale non è che è per un’allenamento alla maratona

crisalba

Mer, 12/08/2020 - 17:56

"verifiche sull'agente", proprio non si capisce ,si tratta di una tecnica ammessa per neutralizzare un pericolo; dovessero sanzionare il poliziotto questa sì che sarebbe per lui ma pure per la gente educata e civile una presa per il c... .

leopard73

Mer, 12/08/2020 - 17:57

Uno schifo tutto KOMUNISTA SONO senza vergogna ma!!!! Quando andremo a votare credo che la gente ci pensi prima di votare PD!!!!

ciccio_ne

Mer, 12/08/2020 - 18:14

Togliete la zia immigrazionista dal Viminale. Come tutti i kommunisti odia le forze dell'ordine

Robdx

Mer, 12/08/2020 - 18:27

Lorenzovan non ti riconosco...questo è il primo commento intelligente che scrivi bravo

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mer, 12/08/2020 - 18:57

Un grande abbraccio a tutti i commentatori PATRIOTTI di questo articolo .Mi sono rinquorato a leggere il supporto dato alla polizia....( siamo in tanti ; sarebbe bello incontrarsi tutti in quella piazza di Vicenza per fare un po` di baldoria .Ma e impossibile ,sopratutto per le distanze che ci dividono ,logisticamente sarebbe un impresa Napoleonica !)

Ritratto di sr2811

sr2811

Mer, 12/08/2020 - 19:23

Centri sociali che manifestano contro chi infrange la legge ma chiudiamoli tutti e chi vuole accogliere se li porti a casa sua troppo facile fare accoglienza con i soldi degli altri...

killkoms

Mer, 12/08/2020 - 19:46

@hernando45,la polizia italiana non è come quella Usa!i dirigenti entrano direttamente col grado di commissario capo (maggiore) e non vanno mai di pattuglia a sporcarsi le manine!

Brizio

Mer, 12/08/2020 - 19:51

Le prese al collo non sono mai piacevoli, ma gli agenti devono fare il loro dovere se un sospetto si rifiuta di farsi identificare e tenta la fuga. Certo, se il governo Conte II non avesse bloccato la diffusione dei taser (adducendo improbabili motivazioni tecniche), le forze dell'ordine ora avrebbero un mezzo di dissuasione in più e si eviterebbe anche di ricorrere a queste prese...