Viaggio di nozze da incubo: bloccati in Madagascar con la figlia malata

La bambina ha accusato una gastroenterite ma negli ospedali della zona non riescono a curarla. Il primo aereo per rientrare in Italia c'è solo mercoledì ma potrebbe essere troppo tardi. L'appello social dei genitori

Viaggio di nozze da incubo: bloccati in Madagascar con la figlia malata

Bloccati in Madagascar con una loro bambina di 4 anni con una grave gastroenterite che i medici del posto non riescono a curare. E il primo aereo per l’Italia potrebbe partire troppo tardi. È l’incubo che sta vivendo una coppia di Ancona che ha lanciato anche un appello sui social per trovare aiuto.

Il viaggio di nozze si trasforma in un incubo

Alessandra Falaschini, Luca Socionovo e la loro figlia Aurora stanno vivendo un vero e proprio incubo a migliaia di chilometri da casa. La coppia, originaria di Ancona, si trova da alcuni giorni in Madagascar per un viaggio di nozze. Nei primi giorni di permanenza sull’isola africana, meta gettonatissima per le lune di miele e in generale per le vacanze esotiche, tutto sembrava andare per il meglio. Alessandra, Luca e la piccola Aurora si trovano ospiti di un resort. Tutto bene fino quando la bambina non inizia ad accusare i primi malesseri. Dolori al pancino e spasmi muscolari. I genitori vanno dal medico del resort e poi in un paio di ospedali. La bimba ha una gastroenterite ed è disidratata. "Siamo chiusi in una camera d’albergo, non si trova un aereo per tornare in Italia fino a mercoledì. Temiamo per Aurora che è completamente disidratata e non riescono nemmeno a farle una flebo". I genitori hanno lanciato un appello sui social per sperare di smuovere qualcosa dal momento che non riescono a trovare un volo per tornare in Italia, anche privato, prima di mercoledì.

L’appello social e le richieste all’Ambasciata

I genitori si sono messi in contatto con l’ambasciata per avere assistenza sia per un volo per il ritorno sia per assistenza medica da parte di medici europei che si trovano in Madagascar o comunque in zona perché negli ospedali locali non sono in grado di aiutarli. Il Consolato italiano si starebbe attivando per dare assistenza alla coppia di Ancona e alla piccola Aurora. Nelle prossime ore dovrebbero essere portati in un ospedale in grado di curare la bambina. I genitori continuano ad aggiornare attraverso video su Instagram.

Commenti