L'orrore in volo: violentata mentre dorme

La violenza si è consumata sul volo Newark-Londra, con la polizia inglese che sta attualmente indagando sull'accaduto

L'orrore in volo: violentata mentre dorme

Su un volo di prima classe United Airlines tra gli Stati Uniti e il Regno Unito si è consumata mercoledì una violenza sessuale ai danni di una passeggera 40enne. Durante il tragitto da Newark (New Jersey) a Londra, quest'ultima è stata infatti abusata da un uomo, un inglese suo coetaneo, conosciuto poco prima di salire sull'aereo. La violenza si è consumata mentre tutti gli altri passeggeri dormivano.

In base alle prime ricostruzioni, l'aggressore e la vittima si sarebbero infatti conosciuti nella sala d'attesa dell'aeroporto di Newark, mentre entrambi aspettavano di imbarcarsi sul velivolo. Una volta saliti a bordo, i due si sarebbero ritrovati nella business class, seduti in file separate, e lì avrebbero continuato a conversare. A un certo punto, approfittando del fatto che tutti gli altri passeggeri stavano dormendo, il molestatore avrebbe perpetrato il reato, costringendo la malcapitata a fare sesso. Lei non sarebbe affatto riuscita a divincolarsi e a opporre resistenza.

Dopo avere subito l'affronto, la vittima ha immediatamente denunciato tutto agli altri passeggeri e al personale di bordo. Quest'ultimo ha quindi subito contattato la polizia dell'aeroporto londinese di Heathrow. Una delle hostess della United Airlines avrebbe successivamente raccontato che la 40enne "era sconvolta e ha riferito ogni cosa al personale di cabina, che ha contattato via radio la polizia. Lei e l'aggressore non si conoscevano prima di questo volo condiviso, ma a quanto pare sono stati visti parlare tra loro e bere prima e durante il viaggio. Poi l’uomo l’ha stuprata".

Arrivato l'aereo alle 6.30 del mattino presso il terminal 2 dell'aeroporto di destinazione, la polizia inglese è immediatamente salita a bordo e ha arrestato il presunto aggressore. Gli agenti hanno allora condotto l'uomo presso il commissariato di polizia di Heathrow, gli hanno sequestrato i bagagli, gli hanno scattato foto segnaletiche e gli hanno anche prelevato un campione di Dna attraverso la saliva. Successivamente, il sospettato è stato rilasciato, mentre le indagini della polizia sull'accaduto continuano. Quanto alla vittima, è stata accompagnata in una struttura di psicoterapia post-stupro, dove è stata ascoltata da alcuni agenti specializzati.

Commenti