Violenze e vessazioni alla ex, denunciato rumeno 19enne

Provvidenziale una telefonata di un’amica che ha convinto la vittima ad allertare la polizia. Per il giovane sono scattati il divieto di avvicinamento e il divieto di comunicazione con la ragazza, anche a mezzo social network. In più dovrà presentarsi quotidianamente al Commissariato di Gallarate.

Violenze e gravi vessazioni. E’ ciò che ha subito per lungo tempo una giovane di Gallarate (Varese) per mano del suo ex fidanzato, un cittadino rumeno di 19 anni.

La forza di denunciare i soprusi da parte della vittima è scaturita a seguito di una telefonata di un’amica con la quale si è confidata.

La donna, dopo l’ennesimo episodio di violenze, si è decisa. Si è rivolta agli agenti del Commissariato gallaratese e ha denunciato tutto. In particolare, ha riferito che già dall’anno 2018 aveva dovuto cancellare qualunque suo account sui social network e troncare le amicizie personali a causa dell’eccessiva gelosia del compagno.

Di più. La ragazza ha raccontato altresì di essere stata colpita in più occasioni dal diciannovenne con pugni e schiaffi, che le avevano causato ematomi e abrasioni al volto.

Gli uomini in divisa hanno subito iniziato le indagini per ricostruire l’intera vicenda. Gli elementi raccolti, corroborati dalle testimonianze di parenti ed amici e dal contenuto dalle chat chiaramente minatorie riferibili all’ex fidanzato, fornite direttamente dalla vittima, sono stati ritenuti idonei a richiedere una misura cautelare nei confronti del rumeno.

A carico di quest’ultimo è stata emessa la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte lesa, alla quale ieri mattina ha dato esecuzione personale della polizia. Il diciannovenne inoltre non potrà più comunicare, neanche con i social network, con l’ex fidanzata, e dovrà quotidianamente presentarsi al Commissariato di Gallarate.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.