Wendy e Kobe, i bagnini a quattro zampe salvano un bambino di 7 anni

Un bambino stava annegando a Tarquinia, i cani si gettano in mare e lo salvano. Erano in servizio da 24 ore

Wendy e Kobe, i bagnini a quattro zampe salvano un bambino di 7 anni

Una giornata al mare che avrebbe potuto trasformarsi in tragedia, se non fosse stato per due bagnini molto speciali. La scorsa domenica, un colpo di vento aveva fatto volare in mare aperto il materassino di un bimbo di 7 anni, che si trovava al Lido di Tarquinia, in provincia di Viterbo, in compagnia dei nonni. Il bambino, istintivamente aveva inseguito il materassino in acqua, sfuggendo al controllo del nonno.

Poi, il materassino si è ribaltato e il piccolo è rimasto da solo, in balia delle onde, senza saper nuotare. È allora che sono intervenuti Wendy e Kobe, due bagnini a quattro zampe della scuola italiana Cani salvataggio Tirreno, che sono riusciti a raggiungere il piccolo e portarlo in salvo. I due cani sono entrambi golden retriver: Wendy ha 8 anni,il pelo color crema "ed è la super veterana insieme al suo conduttore Marcello, già medagliata per il salvataggio rocambolesco di una bimba straniera lo scorso anno a Santa Severa, nel Lazio". Kobe, invece, che faceva coppia con Wendy da solo 24 ore, ha 3 anni, il manto nero ed è il secondo anno che presta soccorso, insieme alla sua istruttrice Francesca.

La scuola del Tirreno è la più antica in Italia, secondo quanto racconta il Corriere della Sera, e le sue tecniche cinofile sono copiate fino in America e in Germania. In tutto lo stivale sono 30 le postazioni di salvataggio, disseminate in punti strategici dei litorali. "Pensare che la postazione di Tarquinia era stata attivata esattamente un giorno prima del salvataggio, il sabato, dopo un accordo con l' amministrazione comunale", racconta il responsabile dell'area centro-meridionale.

Il salvataggio di domenica è stato celebrato anche dalla pagina Facebook dell'associazione cinofila, che ha postato una foto con il bambino, in compagnia dei due bagnini a quattro zampe: "Le unità cinofile Sics, Wendy e Kobe, sono riuscite a raggiungerlo in pochi secondi, evitando che il bambino subisse conseguenze, come testimonia il suo sorriso dopo il salvataggio".

Commenti