Arriva pure la zona bianca "rafforzata": cosa comporta

Si starebbero studiando anche nuove regole. Dal 14 giugno tutta la Penisola potrebbe diventare bianca, ma spunta il bianco rafforzato

Arriva pure la zona bianca "rafforzata": cosa comporta

Ormai sembra davvero mancare poco perché tutta l’Italia entri finalmente nella tanto sospirata zona bianca. Intanto comunque, dal 1° giugno i ristoranti potranno accogliere i clienti anche al chiuso. E dopo una settimana toccherà al coprifuoco cambiare nuovamente orario: l’inizio slitterà a mezzanotte. Per quanto riguarda le Regioni, come riportato da Il Messaggero, dal primo giorno di giugno saranno tre quelle che entreranno in zona bianca, seguite da altre quattro la settimana successiva. A partire dal 14 giugno quasi tutte saranno in bianco, ed entro la fine del mese tutta l’Italia potrebbe diventare bianca. Ma spunta anche un'altra possibilità, quella del bianco rafforzato, contrassegnato da maggiori rsetrizioni. Alcuni governatori potrebbero proporre questa soluzione durante la Conferenza delle Regioni.

Le Regioni in bianco dal 1° giugno

Le prime Regioni che diventeranno bianche da martedì prossimo saranno Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia, grazie ai dati di monitoraggio molto buoni. Queste stanno registrando un tasso di incidenza ben sotto la soglia dei 50 casi per 100mila abitanti. Dopo una settimana toccherà ad Abruzzo, Veneto e Liguria. Forse anche l’Umbria. Se non ci saranno sorprese, dal 14 giugno si uniranno anche Lazio, Lombardia ed Emilia Romagna. Sembra però che siano sotto esame le regole e non è detto che, se i dati continueranno a essere favorevoli, non venga deciso di allentare le regole, portando a due settimane il tempo per poter passare alla zona bianca.

Le prossime riaperture

Al di là di questo, giugno sarà il mese delle riaperture e di un ritorno deciso alla vita quasi normale. Innanzitutto perché è previsto l’arrivo di 25 milioni di vaccini. E poi per le riaperture. Dal primo giorno del mese i ristoranti potranno accogliere i propri clienti anche all’interno del locale, sia a pranzo che a cena. Mentre i bar potranno tornare a servire al bancone. Torneranno anche gli eventi sportivi all’aperto. Per quanto riguarda il coprifuoco, dal 7 giugno l’orario di inizio slitterà di un’ora, passando così dalle attuali 23 alle 24. Dal 21 giugno, primo giorno d’estate, dovrebbe definitivamente essere abolito. Dal 15 giugno via libera ai festeggiamenti per matrimoni, cerimonie e riapertura dei parchi tematici.

Le norme in zona bianca

Le Regioni che si troveranno in zona bianca non avranno più limitazioni ma solo norme di comportamento da seguire, ovvero utilizzo della mascherina e distanza di sicurezza. Ma non è detto che le cose rimangano così. Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, ha reso noto che presto ci sarà un incontro per dare nuove indicazioni: “Di regole sulla zona bianca non ce ne sono moltissime. Ci stiamo confrontando con i governatori le cui Regioni dovrebbero passare per prime in zona bianca, cioè Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, e quelli i cui territori passeranno la settimana successiva, per capire se mettere in campo misure condivise”. Ha inoltre spiegato che tra qualche giorno verrà raggiunta un'ipotesi di lavoro sulla quale lo stesso presidente friulano si augura di poter partire già dalla prossima settimana.

Bianco rafforzato

Potrebbero però venire introdotti nuovi meccanismi condivisi a livello nazionale, qualora ci sia un eventuale aumento dei contagi in zona bianca, andando magari a creare una zona bianza rafforzata, con misure più restrittive. Alcuni governatori potrebbero proporre questa soluzione in vista della Conferenza delle Regioni prevista per domani e del conseguente Stato-Regioni. Sembra che il vertice sarà improntato sui temi dei decreti Governance e Semplificazioni e il tema non figurerebbe all'ordine del giorno.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti