Tra Csi e ginnastica un matrimonio per lo sport

Inaugurata ufficialmente la stagione del Centro Sportivo Italiano che quest'anno lancia un programma dedicato a una disciplinafucina di molti campioni. Il presidente Achini: «Il pregetto coinvolge un movimento che regala veri valori ai giovani»

È partita ufficialmente sabato da Milano, alla presenza di 472 delegati provenienti da tutta Italia, la stagione 2009/2010 del Centro Sportivo Italiano, denominato «l'anno della ginnastica». Con il presidente nazionale Massimo Achini hanno dato il simbolico colpo d'avvio alla nuova stagione il presidente della Federginnastica Riccardo Agabio ed il campione Alberto Busnari.
Il principale progetto lanciato dalla sede del comitato milanese dell'associazione è stato il protocollo di intesa con la Federginnastica, la cui sezione di «ritmica» recentemente conquistato lo storico oro iridato a squadre. «A volte i sogni nascono a cena - ha esordito il presidente Achini - è così infatti che questa primavera io ed il presidente Agabio abbiamo concepito un progetto di collaborazione, impostato su un comune terreno di valori». Segno tangibile dell'impegno del CSI a sostegno della pratica della ginnastica sarà la partecipazione gratuita ai primi 20 eventi dedicati a ritmica, artistica, aerobica e trampolino organizzati dai Comitati locali. «Anch'io devo ringraziare la palestra del mio oratorio - ha fatto eco Alberto Busnari, oro ai Giochi del Mediterraneo 2009 nel cavallo - se dopo 25 anni di fatica e allenamento, posso contare la partecipazione a tre Olimpiadi e la vittoria di diverse medaglie internazionali: è lì, infatti, che ho iniziato la mia carriera».
Tra gli altri contenuti presentati si sono distinti il lancio del piano di comunicazione annuale del CSI per la crescita dell'immagine mediatica dell'ente, che ha visto proprio oggi il suo momento costitutivo, e il calendario dei principali appuntamenti che caratterizzeranno la prossima annata del CSI. La convention è stata anche l'occasione per approfondire il tema cui sarà dedicata la stagione: «Uno sport per la vita», che propone un evidente richiamo alla mission associativa, quella di promuovere una pratica sportiva che aiuti - in particolare i giovani - ad affrontare meglio la vita.

Commenti

Grazie per il tuo commento