Cuba, Fidel torna indietro Basta con il comunismo? No, sono stato frainteso

L'anziano dittatore ingrana la retromarcia. Il Lider Maximo aveva dichiarato che il comunismo non è più adatto a Cuba, destando stupore in tutto il mondo. Castro: "Ho detto quelle parole, ma intendevo esattamente l'opposto"

L’Avana - Fidel Castro fa marcia indietro e dice di essere stato frainteso. "Il modello economico cubano non è più adatto a noi". Questa la frase, riportata in un'intervista sul mensile statunitense "The Atlantic", contestata dal Lider Maximo. Castro afferma che, quando il giornalista Jeffrey Goldberg gli ha chiesto se il modello economico di Cuba si potesse ancora esportare, intendeva "esattamente l'opposto" di quanto scritto dal reporter.

Fidel non nega di aver detto quelle parole né mette in dubbio il lavoro di quello che definisce "grande giornalista" che "non inventa frasi". "La mia idea - ha continuato il Comandante - come tutto il mondo sa, è che il sistema capitalista non serve né per gli Stati Uniti, né per il resto del mondo, e che porta a crisi su crisi, ogni volta più globali e frequenti. Come potrebbe servire un sistema simile a un paese socialista come Cuba?".