Cucciari e Massironi in un Mondomare che è tutto da leggere

Cucciari e Massironi in un Mondomare che è tutto da leggere

Ancora Mondomare Festival e ancora a Lavagna venerdì e sabato per giocare sul mare quella «leggerezza della pensosità» che catalizza pubblico e stranisce nel minimal-dirompente. Con Paola Mastrocola che affida la lettura del suo inedito a Geppi Cucciari e Silvia Ballestra che si fa leggere da Marina Massironi.
Ad introdurre gli appuntamenti della manifestazione promossa dalla Regione con direzione artistica del Teatro dell'Archivolto e il sostegno del Comune di Lavagna, Provincia e Duferco è Pina Rando, anima e cuore del Teatro: «Il festival sta mutando immagine e percorso - spiega Rando - Siamo partiti spaziando su differenti versanti, adesso abbiamo un programma più ristretto, ma più interessante perché centrato sul rapporto con la letteratura. Abbiamo chiesto ad autori di scrivere inediti per Mondomare, il che è più coinvolgente per il pubblico e per noi come teatro».
Tra letteratura, musica e teatro, mescolando stili e puntellando emozioni, si parte venerdì 25 alle 18.30 nei Giardini della Torre con Giovanna Zucconi a dialogare con Paola Mastrocola che per Mondomare ha scritto il racconto «Il ragazzo che non s'imbarcò», affidato alla lettura di Geppi Cucciari. Alle 19.30 nel Sottoportico Brignardello Diego De Silva, affiancato da Ernesto Franco, legge un'anticipazione del suo prossimo romanzo, mentre alle 21 tocca a Massimo Gramellini. Spazio alla musica alle 22 in Piazza Marconi con Gianmaria Testale e sue atmosfere raffinate e intimiste. Sabato invece sempre ai Giardini, ore 19, ci saranno Silvia Ballestra e Michela Murgia a presentare i loro inediti, con Marina Massironi a leggere «Dal braccio del molo Sud» di Ballestra. Alle 21.30 Antonello Caporale presenta «The last minute country. Apologia di un paese mai nato» con Paolo Pallante e Stefano Sarcinelli.
Gran finale in Piazza Marconi alle 22.30 con gli Almamegretta e il nuovo vocalist Marcello Coleman in «Dubfellas vol.2». Ai più piccini ci pensa l'attore e regista dell'Archivolto Giorgio Scaramuzzino che sabato alle 19 nella spiaggia libera di Piazza Milano presenta «La (s)fortuna di Ganda», l'avventura di un rinoceronte ritratto da Durer che piombato sulle coste liguri materializza un viaggio magico e assolutamente reale.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti