La Favola del lavoro, una nuova visione per le aziende del futuro

Vedere il lavoro come una favola non è facile: l'imprenditore Gianluca Caffaratti nel suo nuovo libro offre un punto di vista originale e innovativo

La Favola del lavoro, una nuova visione per le aziende del futuro

"La Favola del lavoro" è il titolo del libro di Gianluca Caffaratti, imprenditore e manager genovese. Dopo numerose esperienze in ambiti lavorativi diversi, Caffaratti ha dato vita alla sua Happily Srl, azienda, che si occupa di sviluppare piani di welfare aziendale e progetti di benessere organizzativo. Il libro si basa sul background professionale del suo autore ma soprattutto sulla sua visione del lavoro, che non dev'essere concepito come sacrificio fine a se stesso ma come uno scambio tra gli individui.

A differenza di altri libri che affrontano il complesso tema del lavoro, quello scritto da Gianluca Caffaratti non ha presupposti ipotetici ma mette le sue fondamenta su storie vere ed esperienze reali, raccolte dall'autore durante il suo percorso lavorativo. L'obiettivo è quello di dare una nuova rilettura agli eventi negativi che tutti, prima o poi, affrontano del corso della loro carriera. Di esperienze negative ce ne sono tante ma Caffaratti invita a trarre spunti positivi anche da queste ma senza "ricamare" il racconto come invece avviene spesso all'interno delle aziende, dove ai dipendenti viene "venduta" una narrazione falsa, abbellita al fine del convincimento. L'autore le definisce "false favole" alle quali manca la trasparenza, manca il realismo.

"La Favola del lavoro" ha come fil rouge narrativo estratti di brani simbolo della nostra cultura musicale, che fanno da tappeto a un racconto coraggioso che vuole sfatare i miti legati al mondo lavorativo. Paure e convinzioni legate a uno storytelling deviato vengono annullate nel libro di Caffaratti, che tra le altre importanti nozioni del suo volume mette in primo piano il coraggio di essere felici nel proprio lavoro. Ma anche lo stimolo alla formazione, che non dev'essere visto come un modo per non decrescere ma piuttosto per migliorarsi.

Molto spesso un'esperienza negativa diventa positiva solo cambiando il punto di osservazione ed è seguendo questo principio che Caffaratti teorizza un futuro diverso per il mondo del lavoro. Il libro offre spunti di riflessione sulla gestione delle risorse umane ma anche sull'importanza della sostenibilità ambientale e dell'attenzione alle persone e alle loro esigenze. L'obiettivo di Gianluca Caffaratti è ambizioso e visionario, come sanno esserlo solo i progetti davvero capaci di cambiare le regole del gioco.

Il volume non è una pubblicazione fine a se stessa, perché attorno a "La Favola del lavoro" gravitano un sito internet, una pagina Facebook e una playlist su Spotify. La logica è quella di un progetto collettivo e interattivo basato sulla condivisione. Tutti possono raccontare la loro esperienza positiva, diventando a loro volta spunto di riflessione e ispirazione per altre persone, che a loro volta possono esserlo per altre e così via, avendo il coraggio di credere che tutto possa cambiare in meglio. Anche il mondo del lavoro.

È una lettura scorrevole che si rivolge ai manager aziendali così come agli studenti. Parla agli imprenditori o agli aspiranti tali, ai lavoratori in cerca di cambiamento, ai giovani e ai meno giovani in cerca di un'occupazione. Vuole trasmettere il concetto di lavoro come strumento per conquistare l'indipendenza nel suo cammino di crescita professionale e personale.

Commenti