Cultura e Spettacoli

MetaBorg Contest, quando la realtà diventa diventa Crypto Art

MetaBorg, nasce il primo contest che mette in palio un NFT firmato dal cryptoartista Giovanni Motta. A idearlo la giornalista d'arte e influencer culturale Clelia Patella

MetaBorg Contest, quando la realtà diventa diventa Crypto Art

Idato da Clelia Patella, (@cleliart), giornalista d'arte e influencer culturale, nasce il primo contest che mette in palio un NFT firmato dal cryptoartista Giovanni Motta e del suo manga MetaBorg, droppato il 7 luglio su NiftyGateway. L'NFT (Non-fungible token, ndr) per chi non lo sapesse è la nuova frontiera dell’arte, o se vogliamo anche degli investimenti su questo tipo di arte. È infatti la Crypto Art, protagonista di un vero e proprio boom nell’ultimo anno, con opere e oggetti digitali venduti all’asta anche a centinaia di migliaia o milioni di euro. Il termine NFT, come dicevamo, sta per Non-Fungible Token, che in italiano vuol dire Gettone digitale non fungibile, non riproducibile.

Con NFT si intende un modo per identificare in maniera univoca un prodotto digitale creato su internet. NFT può essere qualsiasi oggetto digitale: un video, una foto, una GIF, un testo, un articolo o un audio. Quando un oggetto digitale è certificato con un NFT è come se sopra ci fosse la firma dell’autore. Il MetaBorg Contest, nato da un'idea di Clelia Patella si rifà ad un progetto dell'artista, il pittore iperrealista, Giovanni Motta che si presenta quasi come una sorta di kolossal dal cast corale che vede protagoniste le versioni bambine di trenta grandi protagonisti dell'arte crypto: artisti, collezionisti, influencer si trasformano nei personaggi del fumetto, e si ritrovano catapultati in un futuro prossimo distopico dove una pandemia ha decimato la popolazione mondiale e sono rimasti solo i bambini, che non hanno alcuna memoria di ciò che è stato prima; sono tutti maschi e tutti guerrieri, tranne una sola bambina misteriosa, che è la più forte guerriera di tutti.

"Sono molto contenta di partecipare a questo lavoro di Giovanni Motta", racconta Clelia Patella "non solo per la stima che provo per l’artista e per il suo percorso e le sue scelte, ma anche perché si tratta di un progetto particolarmente importante per il coinvolgimento di figure estremamente rilevanti del panorama della cryptoart. Credo possa rappresentare - anche grazie alla natura pop del media utilizzato, ovvero il manga - qualcosa che permetta al grande pubblico di familiarizzare con un contesto del tutto nuovo, facilmente empatizzando con i protagonisti della scena che nel fumetto si fanno personaggi con cui identificarsi. L’idea del tutto originale di mettere in palio un NFT, inoltre, può stimolare anche chi non conosce questa nuova modalità di approccio all’opera ad approfondirla".

Il contest propone ai suoi follower di realizzare un'opera-tributo che raffiguri il protagonista assoluto del manga, Jonny Boy, seguendo ognuno il proprio stile e utilizzando il media preferito. La stessa Patella, assieme a Motta, decreterà il vincitore assoluto che si aggiudicherà una versione NFT del fumetto, mentre altre due opere, degne di menzione, verranno premiate con una versione cartacea del manga autografata dall'autore.

MetaBorg rappresenta qualcosa che va oltre il semplice manga per l'epoca della blockchain, ed è il risultato della connessione tra la ricerca artistica di Motta e un fantastico scenario pieno di riferimenti alla rivoluzione crypto. Tutti i lavori dovranno pervenire sulla pagina Instagram di Clelia via DM, entro il 31 luglio.

Commenti