Dal rigattiere di parole: "Piaggiatore"

Chi per servilismo o tornaconto asseconda o loda l'operato altrui. Adulatore

Dal rigattiere di parole: "Piaggiatore"

Chi per servilismo o tornaconto asseconda o loda l'operato altrui. Adulatore. E' sostantivo e aggettivo (eloquenza piaggiatrice, intenzioni piaggiatrici) e deriva dal verbo Piaggiare, il cui primo significato è navigare vicino e lungo la spiaggia, tra terra e alto mare; proprio da qui deriva, secondo alcuni, il significato figurato di tenersi neutrale tra due parti avverse, destreggiarsi abilmente, barcamenarsi (si noti qui un ritorno al linguaggio del mare). Piaggiare significa anche mostrarsi compiacente o deferente con altri per trarne vantaggio, lusingare, adulare, assecondare opinioni altrui. Va ricordato che adulare, in latino, significa scodinzolare.

Piaggeria, sostantivo ancora in uso, è atto, comportamento o atteggiamento abituale di adulazione. Il Della Casa, che usa questi termini nel Galateo, sostiene la derivazione da piaggia (nel senso di spiaggia) e dal significato marittimo di piaggiare. Ma non tutti gli autori sono di questo avviso. Per il Pianigiani, Piaggiare deriva da Piagere, alterazione di Piacere, dal latino Placere, da cui Plagiare; la sua definizione è “Secondare con dolcezza di parole l'altrui opinione, affine di ottenere pian piano e quasi con inganno ciò che uno vuole”. Da apprezzare il gusto delle sfumature. Lo Zingarelli cita come etimo il verbo Plagiare, nel significato di rubare (come se si rubassero i pensieri altrui per farli propri). Per il Tommaseo Piaggiare è anche Temporeggiare.

Commenti